Un sentito grazie a Milena Casciaroli per foto e video

GROTTAMMARE – Buon cibo e vino con musica e intrattenimento di qualità: il tutto immerso nella magia del Vecchio Incasato di Grottammare. Basterebbe questa frase per definire l’avvio di Jutténizie, edizione 2017.

Sarebbe, però, riduttivo nei confronti del grande lavoro costruito, come di consueto, dall’associazione Paese Alto di Grottammare insieme ai commercianti del Borgo e all’amministrazione comunale.

Manifestazione interamente autofinanziata. Quest’anno è stata riproposta la stessa formula vincente delle precedenti edizioni con una fermata in più: un percorso del gusto in sette tappe con un menu che vede 3 antipasti, 2 primi, un secondo e un dolce.

Enogastronomia e musica in piazza Peretti per Jutténizie, 27 agosto 2017

Dalle 18 del 27 agosto in molti si sono recati a Grottammare Alta per godersi “Ghiottonerie nel Borgo”. Un’ampia adesione, come confermato dagli organizzatori, fino alla mezzanotte con molti turisti (anche stranieri) che hanno potuto gustare le varie prelibatezze in un’atmosfera molto affascinante.

La musica ha accompagnato, piacevolmente, i visitatori nel percorso di Jutténizie, 27 agosto 2017

Alla Salsamenteria è stato possibile mangiare la “Mistica San Giovanni” accompagnato da un vino rosato della Vini Montesanto. Al Fleurie “Tre stagioni per tre formaggi” con un vino bianco delle Tenute Murola. Terza tappa all’osteria dell’Arancio con “Galantina dell’Osteria con giardiniera in agrodolce e salsa verde” accompagnata da un vino bianco della Tenuta La Riserva. M481 ha offerto ai visitatori il “Farro con mousse di melanzane speziata” con vino rosato del Podere Santa Lucia. Al Borgo Antico i protagonisti sono stati i “Cannelloncini di ricotta e verdure di campo” e il vino rosso della Santa Barbara. Al Papa Sisto è stato possibile gustare la “Coppa di maiale cotto a legna, funghi, timo e tortino di patate” con vino rosso dell’Impresa Agricola Maroni. Tappa finale vicino all’Ospitale con lo stand dell’associazione Paese Alto che ha offerto ai presenti i dolci della tradizione accompagnati con vino cotto.

Non solo cibo e vino, anche la musica è stata protagonista di Jutténizie, 27 agosto 2017

Naturalmente non sono mancati gli spettacoli musicali di cinque gruppi posizionati nelle zone principali del Vecchio Incasato. Un mix di musica ed enogastronomia molto apprezzato dai visitatori. Inoltre erano aperti anche i musei e le chiese del centro storico. Un ottimo motivo per ammirare opere d’arte e quadri. In tanti, poi, hanno ammirato il paesaggio che si vede dalle Logge e dai vari punti del Borgo.

Tanti turisti, anche stranieri, per la prima serata di Jutténizie a Grottammare, 27 agosto 2017

Si replica il 3 e il 10 settembre dalle 18 alle 24 al costo di 25 euro. Una doppia occasione da non perdere per gli amanti dell’enogastronomia e delle bellezze culturali.

Jutténizie vale il prezzo del biglietto: uno spettacolo per il palato ma anche per l’udito e la vista.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 711 volte, 1 oggi)