PESCARA – Che fosse un bomber di razza ce ne eravamo accorti, limpidamente, nel corso di tutto l’arco della stagione 2016-17; che potesse continuare a segnare anche in B, però, forse non tutti lo pensavano.

Leonardo Mancuso però continua a volare, anche con la maglia del Pescara, con cui si regala un esordio in cadetteria da sogno, segnando il quarto dei 5 gol con cui il delfino affonda il Foggia all’Adriatico, sommerso 5 a 1 proprio da Zeman, probabilmente il personaggio più significativo quando in quella porzione di Puglia si parla di calcio.

Dicevamo di Mancuso che si sblocca dopo un precampionato difficile, segnato da un problema al ginocchio che ne ha limitato l’utilizzo. Il ragazzo però,è fatto della pasta giusta e a San Benedetto ne abbiamo avuto un discreto assaggio. E così al 78′, quando i suoi sono già sopra per 3 a 0, “Leo” riceve in area, si gira sfruttando anche un lieve rimpallo e insacca un destro che si infila sotto l’incrocio. Insomma, un bel modo per iniziare per l’ex idolo del Riviera con un gol da vero centravanti, che avrà di certo strappato qualche sorriso anche ai tifosi rossoblu, pronti però già da ora a pensare a un altro debutto, quello della Samb in casa contro il Modena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 908 volte, 1 oggi)