MARTINSICURO – Muore mentre fa il bagno a pochi metri dalla riva.

La tragedia si è consumata ieri pomeriggio a Martinsicuro, intorno alle 17.30, nel tratto di mare antistante la spiaggia libera, situata poco più a nord della concessione dello chalet Nemo.

La vittima è Alberto Ciccanti, un turista di 63 anni residente ad Ascoli Piceno. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo stava nuotando dietro gli scogli, non lontano dalla riva, quando, probabilmente colpito da un malore, si è fermato accasciandosi in acqua. La scena è stata notata da alcuni turisti che hanno subito richiamato l’attenzione dei bagnini in servizio in quel tratto di spiaggia e in pochi istanti l’uomo è stato caricato su un pattino e riportato a riva.

Inutili, però, tutti i tentativi di rianimarlo: alle operazioni hanno preso parte anche due medici, che si trovavano in spiaggia in quel momento, i quali hanno praticato al 63enne un prolungato massaggio cardiaco, purtroppo senza esito. Sul posto si sono portati subito i sanitari del 118 e una pattuglia dei carabinieri della locale stazione che non hanno potuto far altro che constatare il decesso del turista ascolano. La salma di Alberto Ciccanti è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Sant’Omero e il magistrato ha disposto l’ispezione cadaverica.

Da quanto si apprende, l’uomo era in vacanza a Martinsicuro e, al momento della tragedia, si trovava da solo in spiaggia.

Un episodio analogo a quello avvenuto lo scorso primo agosto, sempre in quel tratto di mare, quando un 66enne del posto, che stava prendendo il sole in acqua su un materassino, è morto in seguito a un arresto cardiocircolatorio. Anche in quell’occasione, tutti i tentativi di rianimarlo furono vani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.020 volte, 1 oggi)