ALTIDONA – Blitz della Polizia di Stato nella mattinata del 21 agosto.

Agenti del Commissariato di Fermo hanno fatto irruzione in un’abitazione di Altidona: è stato arrestato un cittadino macedone di 50 anni perchè colpito da un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura presso la Corte di Appello di Ancona.Deve scontare tre anni, 10 mesi e 11 giorni per rissa, porto abusivo di arma comune da sparo, ricettazione, furto aggravato e rapina. Reati commessi nel 2015 a Foggia, Macerata e Fermo.

Per più di due anni era riuscito a non farsi rintracciare dalle Forze dell’Ordine munendosi anche di un nuovo documento d’identità dalle autorità macedoni: aveva preso il cognome della madre anzichè del padre.

La sezione Anticrimine, dopo varie indagini, ha appurato che un latitante si nascondeva tra Lapedona e Altidona. Dopo gli accertamenti è risultato che era il macedone ed è stata decisa l’irruzione odierna. Con lui c’era un giovane risultato estraneo ai fatti.

Il macedone è stato portato nel carcere di Fermo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.143 volte, 1 oggi)