SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercoledì 23 agosto al Geko torneranno a suonare dal vivo i marchigiani Segnali di Ripresa, dopo una pausa di due anni nei quali hanno registrato le tracce di un nuovo e innovativo lavoro: “Sacrifice“.

Il nuovo album vedrà la luce nei prossimi mesi e conterrà il suono tipico dei SDR composto da musica elettronica che riprende a piene mani le ritmiche e le sonorità tradizionali del saltarello, la musica popolare dell’entroterra marchigiano. Innovazione e attaccamento alle radici da sempre caratterizzano il sound della band composta da Vincenzo Marconi Sciarroni , Claudio Francesco Baldassarri e Alessandro D’Angelo, che si avvale anche di un collaudato impianto melodico progressive-rock. Il concept di “Sacrifice” è stato annunciato chiaramente in un video su youtube postato dal gruppo qualche mese fa per rivelarne l’uscita: ” invece di cercare lontano abbiamo rivolto lo sguardo verso noi stessi, alla fine è bastato guardare di cosa erano sporche le nostre scarpe: della nostra terra!” (https://www.youtube.com/watch?v=HgkZ4Xdt-0Y ).

I Segnali di Ripresa suoneranno per l’unica data estiva al Geko, per poi tornare con l’uscita dell’album in inverno. Una occasione unica per sentire la vivo l’originalissima miscela del trio marchigiano e scoprire alcuni brani del nuovo repertorio.

Per l’occasione il Geko, in via dei Tigli nei pressi del Faro a San benedetto, aprirà alle 19 per accogliere chi vorrà cenare al pub o fare un aperitivo in attesa del live, accompagnati dal dj set di Nembo Kid. Alle 22.30 i Segnali di Ripresa saliranno sul palco e dopo il concerto si ballerà con la musica del dj Luca Calem. L’ingresso è come sempre libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 365 volte, 1 oggi)