SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ notizia di oggi del dato diffuso dalla Sambenedettese riguardo la campagna abbonamenti, attiva dallo scorso 19 luglio. Mille tondi tondi gli abbonamenti sottoscritti in un mese esatto, col dato che probabilmente è destinato a crescere. Almeno così si auspica il Dg della Samb Andrea Gianni, che ai nostri microfoni confessa: “Ci aspettiamo numeri più alti rispetto all’anno scorso quando ci siamo attestati attorno ai 1900-2000 abbonamenti. Sappiamo che dopo Ferragosto ci sono, tradizionalmente, più adesioni e con l’orario continuato permetteremo anche a chi lavora di poter fare l’abbonamento”.

Il dirigente poi commenta anche il mercato “importante” e crede che attorno alla squadra di Moriero ci sia “entusiasmo e voglia di vedere all’opera questa Samb” chiosa Gianni che poi, su esplicita domanda, commenta le recenti vicissitudini della terza serie, col girone B allargatosi in extremis a 19, e i fallimenti dolorosi delle “cugine” Maceratese e Ancona: “Io credo che in questo momento il calcio sia un bagno di sangue” commenta senza mezzi termini l’avvocato “e la Serie C è l’emblema di quanto dico perché ci sono squadre che tentano di sbarcare il lunario e restare a galla ma poi i problemi vengono fuori”.

Ma per Gianni non è solo economico il problema, ma anche di regole: “Penso che il diritto sportivo sia troppo legato all’improvvisazione con regole talvolta certe e molto spesso incerte. Penso però” conclude il Dg “che San Benedetto possa ritenersi fortunata ad avere la famiglia Fedeli che garantisce serietà, pagamenti puntuali e investimenti importanti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.593 volte, 1 oggi)