SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 19 agosto, alle ore 21.30, avrà luogo il terzo incontro estivo promosso da “Il club degli incorreggibili ottimisti“, con la presentazione del libro “Tira la bomba” di Pino Roveredo.

La terrazza dell’Hotel Calabresi sarà il luogo di incontro tra il pubblico e l’autore, che commenterà la sua ultima opera dialogando con Mario Di Vito.

Tira la bomba” è un libro realistico, diretto e umano, ambientato nella Trieste del secondo dopoguerra. La storia di tre bambini, un’amicizia lunga cinquant’anni, vite semplici e voglia di rivalsa da un’infanzia povera passata nel rione di San Servolo. Tre ragazzini che, persi nei loro giochi, scoprono una bomba rimasta inesplosa nel corso della Seconda guerra mondiale. La bomba, pericolosa ma anche affascinante, diventa una sorta di talismano, un oggetto magico a cui ricorrere tutte le volte che si sentono insicuri o in difficoltà; un segreto che li unisce e forma il loro legame.

In questo libro Pino Roveredo parla di un percorso di crescita, di speranze e desideri. E anche di sogni infranti, ideali perduti, con una riflessione sulla differenza tra vera amicizia e semplice frequentazione.

Pino Roveredo è nato a Trieste nel 1954. Ha scritto racconti, romanzi, testi teatrali. Da sempre interessato alle problematiche dei reclusi e dei tossicodipendenti, è garante dei detenuti del Friuli Venezia Giulia.

Dopo il romanzo d’esordio “Capriole in salita”, nel 1996, ha vinto il premio Campiello nel 2005 con “Mandami a dire”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)