TERAMO – Moduli per la sistemazione provvisoria di 890 alunni delle scuole teramane inagibili, per le quali nessun intervento è stato ancora finanziato dal Commissario per la Ricostruzione Vasco Errani, sono stati chiesti il 10 agosto dal sindaco di Teramo Maurizio Brucchi, allo stesso Commissario e al Miur, attraverso l’Ufficio Speciale della Ricostruzione di Teramo.

“Ad oggi – spiega il Comune – risultano infatti finanziate la ricostruzione con adeguamento sismico della Scuola Elementare San Giuseppe, per 4.100.000 euro, e la Scuola di Villa Ripa, 233.000 euro per ristrutturazione e adeguamento sismico. L’istanza inviata oggi prevede quale sede dell’intervento l’area prospiciente la Scuola Media D’Alessandro, scelta sui seguenti presupposti tecnici: la scuola è già stata sottoposta a verifiche di vulnerabilità sismica; l’area è di proprietà comunale; la destinazione della stessa, nel PRG, è ad uso scolastico; è geologicamente idonea all’intervento; è parzialmente dotata di infrastrutture primarie”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 68 volte, 1 oggi)