ANCONA – Va nella direzione della conservazione, protezione e tutela delle specie l’accordo siglato tra l’Università Politecnica delle Marche e il Mipaaf, che hanno avviato un progetto biennale (2016-2018) per il monitoraggio della pesca nel territorio italiano e per lo studio del ciclo riproduttivo del tonno rosso e del pesce spada.

Univpm forma anche osservatori nazionali i cui compiti sono osservare e monitorare il rispetto della Raccomandazione Iccat da parte delle imbarcazioni durante le operazioni di pesca e nella tonnara fissa, fornendo dati su volume, area e data di cattura.

L’osservatore nazionale, generalmente un biologo marino, dovrà inoltre segnalare attività̀di pesca illecita e svolgerà̀un lavoro scientifico con la raccolta di dati biometrici e biologici. L’elaborazione dei dati biologici ha permesso la realizzazione di una nuova equazione che partendo dalla lunghezza permette una migliore valutazione del peso del tonno rosso utile alla stima dei quantitativi pescati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)