NERETO – Domenica 6 agosto, il Concerto Sinfonico di Nereto spegnerà le sue tredici candeline. Un appuntamento ormai tradizionale dell’estate teramana, che
quest’anno vedrà per la prima volta sul palco del Brecht l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, fiore all’occhiello della nostra regione, diretta dal maestro Chiarini.

Il programma si preannuncia ricco e coinvolgente. La serata inizierà infatti con due Ouverture di Beethoven: il “Fidelio” (tratto dalla medesima opera del compositore tedesco) e l’ “Egmont”, ouverture tratta dalle musiche di scena, ispirata alla tragedia di Goethe. Nella seconda parte del concerto sarà eseguita la Sinfonia n.9 in Mi minore “Dal Nuovo Mondo” di Antonin Dvoràk; il brano, composto nel 1893, è il più famoso del compositore ceco, e si distingue per i suoi temi melodici ed imponenti. Sul finale gli artisti avranno poi il piacere di omaggiare il pubblico con un bis a sorpresa.

Sento di dover ringraziare la Fondazione Tercas, che ha permesso la realizzazione di questo importante evento, unitamente all’Amministrazione Comunale di Nereto” dichiara la Chiarini, nel suo duplice ruolo di organizzatrice e direttore d’orchestra “Un commosso grazie va anche ai professori dell’Orchestra Sinfonica “D’Annunzio” di Pescara, che quest’anno prenderanno parte al concerto“.

L’appuntamento è alle ore 21.15, presso il teatro all’aperto B. Brecht. In caso di maltempo il concerto si svolgerà nell’aula magna del liceo scientifico “G. Peano” di Nereto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 119 volte, 1 oggi)