SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il duello tra Viareggio ed Happy Car Sambenedettese non finisce mai. Dopo le finali, entrambi risoltesi a favore dei rossoblu, di Coppa Italia e Supercoppa, le due squadre tornano a sfidarsi per le semifinali delle Final Eight della Serie Aon di Beach Soccer. La Beretta Beach Arena gremita per l’occasione e pronta a spingere la Sambenedettese verso un altro storico risultato.

Calcio d’inizio affidato al Viareggio. Stallo iniziale abbastanza prevedibile: le due squadre si conoscono, è il secondo confronto in pochi giorni dopo quello della Finale di Supercoppa, e la posta in palio è molto alta. Il clima molto caldo, inoltre, si fa sentire. La grande prudenza difensiva di entrambe le formazioni costringe le squadre a numerose conclusioni di lunga gittata. Alla metà del primo tempo ancora nessuna azione degna di nota: equilibrio totale. A 2′ dal termine sbuca dal torpore Leo Martins: una conclusione velenosa sul primo palo, da distanza ravvicinata, che sorprende Del Mestre, per l’1-0 del Viareggio. A poco più di un minuto dalla fine arriva la reazione rossoblu, con Addarii che si lancia in contropiede, ma, a tu per tu, spara addosso al portiere avversario. Il destro del Sambenedettese, Eudin, respinto in angolo da Carpita, chiude il primo tempo. Una prima frazione in cui le due squadre si sono studiate con un paio di fiammate, tra le quali quella del bianconero, Leo Martins, che ha sbloccato il risultato.

Dopo un minuto e mezzo Eudin prova a scuotere la Samb: rovesciata spettacolare, ma centrale respinta dall’estremo difensore avversario. Tripla occasione  per il Viareggio: parata spettacolare di Chiodi sulla conclusione dalla grandissima distanza di Ozu; sugli sviluppi del calcio d’angolo viene respinta una conclusione dalla difesa che sbuca sui piedi di Marinai che di prima intenzione colpisce la traversa. Dopo il grande spavento i rossoblu hanno la grande chance per rispondere, con una punizione ghiottissima da distanza ravvicinata affidata ai sapienti piedi di Ietri; quest’ultimo, però, sciupa malamente. I rossoblu continuano a faticare nel trovare la chiave della serratura difensiva toscana. La grande occasione però arriva: semi-rovesciata di Bruno Novo dal lato sinistro, la palla sfila a pochi centimetri dalla porta, trovando la deviazione di Addarii, che però incredibilmente trova un impatto errato, non riuscendo a convertire in rete. La Samb si accende, ancora con Bruno Novo: traversa clamorosa del capitano rossoblu, dopo una conclusione  di prima intenzione, al volo, da centrocampo. Il Viareggio spaventato dalla crescita degli avversari comincia ad aumentare l’intensità dei contrasti. Però, proprio da una punizione, arriva il pari di Ietri che raccoglie una respinta corta del portiere, concludendo in rete a porta vuota: 1-1 ad un minuto dalla fine. Il fischio arbitrale, che decreta la fine del secondo tempo, è una manna per un Viareggio in grande affanno negli ultimi minuti.

I bianconeri si scuotono subito in avvio di terzo tempo, chiamando Del Mestre ad un doppio intervento in pochi secondi. Risponde la Samb, con Palma: punizione respinta da Carpita. Il Viareggio si schianta contro un Del Mestre sontuoso: riflesso felino su una conclusione ravvicinata del capitano bianconero, Marinai, che sul prosieguo dell’azione cerca il rigore, ma si fa ammonire per simulazione. E proprio sugli sviluppi di quella punizione, Lucas lascia partire, dalla propria area, un missile terra-aria di potenza e precisione terrificanti; un bacio alla parte bassa della traversa e 2-1 per la Sambenedettese. Poco dopo, ancora un siluro mostruoso, praticamente dalla stessa posizione, questa volta di Eudin, trova l’angolino per un uno-due formidabile ai danni del il Viareggio. Remedi, però, non ci sta: con una mezza girata di destro accorcia le distanza a 4′ dalla fine. I rossoblu, tuttavia, reagiscono subito con Eudin che colpisce un palo clamoroso dopo una girata di sinistro. Il Viareggio spinge per il pari e colpisce, prima, una traversa clamorosa con Ozu, dopo un destro da centrocampo, scagliato praticamente da fermo e, poi, con Valenti trova l’esterno della rete dopo una semi-rovesciata di destro. Nel concitato finale di partita, a 30 secondi dalla fine, Ozu paga con il secondo giallo e la conseguente espulsione. La Samb tiene fino alla fine e batte ancora il Viareggio, conquistando la finale, al termine di una partita di grandissimo equilibrio, tra due squadre di massimo calibro.

La Happy Car Sambenedettese è ad un passo dalla storia: dopo la Coppa Italia e la Supercoppa, manca solo il campionato. Domani, domenica 6 agosto, alle 18 contro il Catania, reduce da una clamorosa rimonta – sotto 5-8, ha trionfato 10-8 al supplementare – contro il Pisa.

Tabellino

VIAREGGIO-HAPPY CAR SAMBENEDETTESE 2-3 (1-0; 1-1; 2-3)

Viareggio: Carpita, Pacini, Marinai, Ozu, Leo Martins, Cinquini, Remedi, Barsotti, Gemignani, Valenti, Torres, D’Onofrio. All. Santini

Samb: Del Mestre, Pastore, Eudin, Bruno Novo (C), Ietri, Dimarco, Lucas, Palma, Camilli, Addarii, Chiodi. All. Di Lorenzo

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Ammoniti: Ozu (V), Torres (V), Marinai (V), Leo Martins (V)

Espulsi: Ozu (V)

Arbitri: Matticoli (sez. Isernia), Marton (sez. Mestre), Balacco (sez. Molfetta)

Crono: Spezzati (sez. Padova)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 960 volte, 1 oggi)