GROTTAMMARE – Dopo la valutazione di 107 cabarettisti, il direttore artistico del Festival nazionale dell’umorismo “Cabaret, amoremio!” svela i sette  finalisti del concorso per nuovi comici abbinato alla 33a edizione della manifestazione, in programma venerdì 4 e sabato 5 agosto nel Parco delle Rimembranze di Grottammare.

Assente da tempo, torna in gara la Sicilia, mentre si fa avanti una cabarettista marchigiana: “Sette concorrenti eterogenei – commenta il direttore Savino Cesario – capaci di rappresentare al meglio differenti generi di umorismo: cabaret musicale e non sense, monologhisti e stand up comedian. Originalità, ritmo e cura dei testi sono stati alla base della difficile scelta su ben 107 aspiranti concorrenti”.

Marco Ferrari, giovanissimo talento del cabaret romano, è un monologhista surreale;

Hermes&Titina, siciliani di Catania,  sono l’unico duo in gara con la mission di descrivere l’amore ai tempi d’oggi;

Laura Marcolini, maceratese, metterà in scena la comicità autentica della sua terra marchigiana con il travolgente personaggio di Parmina;

milanese è Yuri Primavera, giudicato tra le migliori leve del non sense italiano porta a Grottammare il sicinese, ibrido personaggio della società contemporanea;

il livornese Stefano Santomauro ha fatto gavetta al fianco di Paolo Migone e nella quotidianità trova gli spunti per la sua comicità;

Davide Spadolà, monologhista stand up, arriva da Milano, con un carico di riconoscimenti nel panorama umoristico nazionale;

Ruben Spezzati è di Brescia, scoperto come nuovo volto televisivo nella trasmissione “Bulldozzer” di Federica Panicucci.

Ai concorrenti sono riservati 6 minuti di esibizione ognuno, nel corso delle due serate del Festival, condotte da Gabriella Germani e Mauro Casciari, e dove sono attesi anche Gene Gnocchi e Maurizio Battista, Silvano Belfiore e Andrea Di Marco, Paolo Ruffini, Elena Lia Ascione, Paolo Cevoli, David Anzalone, Franco Rossi e i Corsari della Polka.

I finalisti sono il risultato dell’attività di ricerca di nuovi talenti comici di cui da anni si fa carico  l’associazione Lido degli Aranci, per conto dell’amministrazione comunale. Attività che si svolge  nelle più importanti sedi del cabaret italiano, come il Premio Alberto Sordi di Faenza, Il Premio Maratea Smile Talent, Il Premio Ridan a Bologna, il laboratorio Makkekomico di Roma. Tantissimi anche i provini esaminati tramite audiovisivi.

Ad eleggere il vincitore del concorso sarà una giuria tecnica composta da specialisti dello spettacolo e delle arti umoristiche alla quale si unirà da quest’anno un giurato popolare estratto a sorte tra gli abbonati alle due serate (estrazione che avverrà nella serata del 1° agosto).

Agli operatori dell’informazione presenti invece il compito di assegnare il Premio della Stampa.

La gara abbinata al Festival è stata istituita nel 1987, per arricchire una rassegna di cabaret nata nel 1985 come intrattenimento serale estivo, e sin da subito si è caratterizzata come volano per molti artisti in erba, mettendo in luce tanti comici, cabarettisti e umoristi oggi ormai noti al grande pubblico come Ficarra e Picone (era il 1998 e componevano il duo “Chiamata Urbana Urgente”), Antonio Rezza, Giovanni Cacioppo, La Ricotta, Aldo Giovanni e Giacomo e il duo Stefano Sarcinelli e  Francesco Paolantoni, che inaugurarono l’albo d’oro del concorso nel 1987, Giorgio Montanini e Francesco De Carlo recentemente insieme su RaiDue.

L’elenco completo dei vincitori del concorso per nuovi comici è consultabile su www.cabaretamoremio.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 210 volte, 1 oggi)