MONTEPRANDONE – “Il Sapore della Luna” ha ricevuto la medaglia d’oro. O meglio, due medaglie, che classificano il suo vino come un’eccellenza del territorio.

Venerdì 28 luglio, presso l’azienda “Il Sapore della Luna” di Monteprandone, si è svolta la conferenza stampa per la presentazione del premio.

La Selezione del Sindaco” è un prestigioso concorso enologico, che dal 2001 premia i vini più meritevoli a livello internazionale. Organizzata dall’Associazione Nazionale Città del Vino, patrocinata da Recevin (Rete europea delle Città del Vino), e autorizzata dal Ministero per le Politiche Agricole, la competizione ha visto schierate in gara oltre 1200 etichette, provenienti soprattutto da Italia, Spagna e Portogallo. Al concorso hanno partecipato piccoli produttori, attenti alla qualità e al gusto di un prodotto sapientemente lavorato, caratteristico del comune di provenienza.

Proprio per l’importanza della locazione dell’azienda, “La Selezione del Sindaco” non premia soltanto i produttori del vino, ma anche i rappresentanti del territorio in cui è coltivato il vitigno.

Durante la conferenza stampa, quindi, è stato consegnato un riconoscimento speciale al sindaco Stefano Stracci, per la sua politica di valorizzazione e promozione dell’agricoltura monteprandonese.

“Esprimo tutta la mia soddisfazione nel ricevere un premio per il territorio di Monteprandone” ha dichiarato Stracci “l’idea di associare il riconoscimento di un vino al riconoscimento di un sindaco è significativa, perché vuole sottolineare il forte legame che c’è tra viticoltura e territorio. Una viticoltura che, grazie all’esperienza e agli investimenti dei privati, si traduce in un’eccellenza. Con questo riconoscimento viene certificata un’eccellenza enologica nata, coltivata e vinificata a Monteprandone. Il successo della cantina si unisce al successo imprenditoriale del dottor Gramenzi che ha voluto investire sul territorio, con lungimiranza e intelligenza, andando a recuperare una tradizione, quella dell’agricoltura, e legandola ad una prospettiva del futuro, quella dell’accoglienza, creando così un’opportunità in più per il territorio”.

In segno di riconoscimento per la vittoria, il dottor Marco Gramenzi e l’enologo Sergio Cappelli hanno consegnato due pergamene al sindaco, e hanno presentato il vino degno dell’ambito premio: si tratta di un Pecorino “Spiagge” del 2014, dal gusto concentrato e ben bilanciato.

Lievemente fruttato, il vino presenta al contempo note floreali di biancospino e ginestra, per un effetto finale sospeso tra il fresco ed il vigoroso. Il segreto della sua bontà, spiegano i produttori, sta nell’esposizione del vigneto: le viti del “Sapore della Luna” sono infatti orientate in modo da ricevere costantemente la brezza marina dell’Adriatico, la quale conferisce al prodotto una particolare sapidità. Inoltre, a causa del terreno argilloso, le piante producono pochi grappoli, ma dal succo molto saporito.

Quale riconoscimento del suo sapore unico, “Spiagge” è stato insignito di due medaglie d’oro, una per la categoria vini bianchi secchi tranquilli IGP e DOP, l’altra per la categoria biologica “BioDiVino”.

Il Pecorino è uno dei tre vini prodotti dall’azienda; lo seguono, ma non per importanza, i rossi “Brutale” e “Gaglioffo”, quest’ultimo riconosciuto nella competizione enologica di Merano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.957 volte, 1 oggi)