SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Queste sono immagini che vengono dal fiume Tronto sempre più intasato, speriamo di non essere presi alla sprovvista anche lì” con queste parole, e una foto delle campate del ponte ferroviario che passa sopra al fiume, Tonino Capriotti rilancia l’allarme sul Tronto, con lo spettro dell’alluvione del ’92 che aleggia sempre sui cittadini di Porto D’Ascoli.” Penso che sia ora di farlo pulire, o aspettiamo il peggio?” continua l’esponente Pd.

E il rischio alluvione è condiviso anche dalla compagna di partito di Capriotti, Maria Rita Morganti che già a febbraio, dopo l’ondata di maltempo che a fine gennaio ha colpito un po’ tutto il centro Italia, aveva presentato un’interrogazione proprio sulle campate occluse dai detriti. Questione che oggi rilancia: ” Ho inviato ieri una mail agli enti preposti alla pulizia delle campate occluse. Qui a Porto d’Ascoli noi cittadini avvertiamo il pericolo inondazioni, soprattutto a seguito dell’alluvione del 92, per il quale moltissime famiglie e attività non sono ancora state risarcite. La questione è urgente e nessuno la deve sottovalutare” chiosa la consigliera, la cui mail vi proponiamo di seguito.

“Con la presente la sottoscritta consigliera comunale di San Benedetto del Tronto Maria Rita Morganti fa presente lo stato di rischio derivante dall’accumulo di materiale legnoso e detriti sotto le arcate del ponte ferroviario sul fiume Tronto in territorio di San Benedetto del Tronto.

Come già evidenziato al Comune con interrogazione della sottoscritta del 22 febbraio 2017 e come da successiva relativa segnalazione del locale Gruppo di Protezione Civile agli organismi preposti, alcune luci del ponte risultano già ostruite dai suddetti materiali, ostacolando così anche il normale deflusso del corso d’acqua.

E’ evidente che un evento di piena potrebbe costituire un serio pericolo per la popolazione residente e per le ditte operanti in loco, come già purtroppo accaduto nel 1992. Sono dunque pienamente giustificate le richieste dei cittadini e degli operatori economici per una immediata pulizia delle arcate ed una loro costante manutenzione.

Nella speranza che si provveda con urgenza, invio cordiali saluti.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 796 volte, 1 oggi)