ROTTAMMARE – Si lavora senza sosta per tornare alla normalità prima possibile, dopo la tempesta di acqua, vento e grandine che il 25 luglio, intorno alle 13.30, si è riversata sulla costa, colpendo con particolare violenza il territorio grottammarese.

Per rimuovere fogliame e detriti sparsi ovunque e per verificare la condizione delle aree pubbliche e la funzionalità degli impianti urbani, sono al lavoro oltre al personale comunale e agli addetti ai servizi della città, volontari e privati cittadini.

“Devo ringraziare tutti coloro che ieri pomeriggio hanno fatto sì che la situazione non degenerasse – dichiara il sindaco Enrico Piergallini -. Grazie ad una squadra formata dagli operai comunali, dalla Picenambiente e dal CIIP,  dai volontari della Protezione civile e della Guardia nazionale ambientale, dagli assessori, consiglieri e tecnici del Comune e di alcune ditte esterne che ci hanno supportato, siamo riusciti a risolvere in poche ore le principali criticità della città, facendo in modo che già per l’ora di cena la viabilità fosse ripristinata regolarmente. Oggi, abbiamo invece dovuto programmare le attività di pulizia del territorio: la Picenambiente e il CIIP stanno fornendo il massimo supporto”.

Da questa mattina, gli operai e i mezzi della Picenambiente hanno iniziato il lavoro di pulizia che proseguirà anche nel pomeriggio. Sono al lavoro tre spazzatrici e una squadra di 8 persone per sistemare le aree della marina ottocentesca, il lungomare e il quartiere Ischia II.

Molto impegnativi, inoltre, si stanno rivelando i lavori per la rimozione dei rami caduti nelle pinete pubbliche e sulla strada. L’Amministrazione sta operando con propri mezzi e con l’ausilio di una ditta esterna per sistemare la pineta del lungomare della Repubblica, particolarmente danneggiata. Sono operativi sul territorio anche i tecnici della ditta incaricata alla gestione della pubblica illuminazione, molti pali e alcuni impianti della semaforica sono stati danneggiati dalla grandine e vanno messi in sicurezza.

Sono stati coinvolti dall’Amministrazione i volontari dell’associazione I Care e i richiedenti asilo del progetto SPRAR e della cooperativa sociale Lella, per operare all’interno dei parchi e delle pinete pubbliche e procedere alla rimozione dei detriti.

“Stiamo correndo affinché per il week end Grottammare torni ad essere bella come sempre – conclude Piergallini -. In questi momenti l’importante è non scoraggiarsi. Le strade si ripuliscono, i detriti si rimuovono, tutto può essere risolto con un po’ di impegno. La fortuna ha voluto che non si siano verificati danni irreversibili alle persone. Questo mi tranquillizza. Tutto il resto è lavoro e si può affrontare. Ho visto in molti dei miei concittadini lo stesso spirito positivo. Sin da ieri, appena terminato di piovere, si sono messi al lavoro per liberare autonomamente i marciapiedi e le strade dai detriti e dalla grandine. Ringrazio loro e gli altri volontari a nome dell’intera Città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 890 volte, 1 oggi)