SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna anche quest’estate l’appuntamento con le dirette di Riviera Oggi. Questa sera il nostro ospite sarà il Sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti che intervisteremo live dalla gelateria “Voglia Di…” di via Voltattorni dalle ore 19.

Sarà possibile interagire con il primo cittadino inviando le vostre domande all’indirizzo di posta elettronica info@rivieraoggi.it oppure al numero 3335007457 via WhattsApp o Sms oppure commentando questo articolo. Chi volesse può partecipare direttamente alla trasmissione dal vivo, magari gustando un buon gelato artigianale.

Ringraziamo inoltre l’azienda SiDa, di Daniele Siracusa, specializzata nella realizzazione di impianti idraulici, condizionamento e riscaldamento.

 

I CONTENUTI DELL’INTERVISTA “MINUTO PER MINUTO”

 

Dal minuto 1. SI PARLA DI MALTEMPO. Il sindaco si dice soddisfatto della gestione dell’emergenza da parte della macchina amministrativa e spiega, in particolare, il problema del semaforo sul sottopasso di via Fiscaletti, rimasto verde nonostante l’allagamento: “E’ stato probabilmente un problema occorso a un sensore che fa scattare il rosso”. Sulle polemiche “piovute” dal Pd: “Quando si fa opposizione bisogna cercare di dare l’immagine che si è attaccati alla città. Già oggi so che c’è gente che ha disdetto le prenotazioni per le vacanze, quindi io direi che prima di parlare chi fa opposizione dovrebbe farsi qualche domanda”.

Dal minuto 9 e 40. CAPITOLO “MOVIDA”. “Già in campagna elettorale mi ero ripromesso di prendere questo problema di petto e ad oggi qualche miglioramento c’è stato, non lo dico io ma i residenti. Abbiamo implementato il tavolo sicurezza, abbiamo una task force che monitora il centro dal giovedì alla domenica. Ho parlato con i gestori dei bar che io non voglio criminalizzare anzi, penso che a San Benedetto un divertimento “sano” debba essere garantito. La “movida”, intesa come problema, “non si risolve in un anno” chiosa Piunti “ma pur non essendo ad oggi risolto, è in via di soluzione. Molti locali iniziano a collaborare” dice il sindaco in un’altro passaggio “l’ordinanza sta dando qualche frutto”.

Sulle telecamere: “Io in bilancio ho trovato in eredità solo 29 mila euro per il progetto, che abbiamo portato a 90 mila, ecco il perché del ritardo.” Sul posizionamento: “previste le telecamere non solo in centro ma anche in altre zone sensibili come le stazioni o le periferie perché sicurezza non è solo “movida” ma anche difesa della città dalla criminalità, che è circoscritta in una città come la nostra, ma va comunque monitorata”.

Dal minuto 20 e 20. PISCINA COMUNALE E QUESTIONE “PROJECT FINANCING”. “L’amministrazione aveva due scelte” esordisce Piunti “riaprire prima la vasca esterna sapendo di dover poi rimettere mano alla struttura oppure aspettare un anno e ridare alla città una piscina comunale completamente operativa”. Sulle polemiche: “Serve separazione netta fra l’organo politico e l’organo amministrativo che deve portare a termine ciò che è la volontà politica, volontà che è dei cittadini che hanno scelto una maggioranza che ha il dovere di tramutare questa volontà in realtà. Le questioni tecniche le rimando agli uffici saranno loro a dire quello che si può o non si può fare. Noi siamo convinti della nostra scelta che ridarà alla città una struttura a norma, con servizi ampliati e con un risparmio eccezionale, perché ad oggi la piscina ai cittadini costa un meno 145 mila euro all’anno”.

Dal minuto 25. LA SANITA’ SUL PIATTO. “Vorrei che sulla sanità tutte le forze politiche di San Benedetto avessero una sola voce” chiosa il Sindaco che prosegue: “Non siamo le “Marche sporche” perché attraiamo 180 milioni di mobilità attiva ogni anno mentre altri fanno debiti”. Una piccola stoccata, poi, anche al Pd: “Il Pd non può pensare che la Sanità sia solo di sua pertinenza” continua Piunti ribadendo di non aver gradito l’assenza di Anna Casini alla conferenza dei sindaci della scorsa settimana “dopo che era stata a un evento sulla Sanità del suo partito a Porto D’Ascoli qualche giorno prima”.

Dal minuto 33. SI PARLA DELLA MOSTRA “UOMO IN MARE”. Piunti parte dalla spesa, col Pd che negli scorsi giorni non si è detto convinto che la mostra sia costata “solo” 20 mila euro. “E’ stata annunciata un’interrogazione e la spesa sarà oggetto di risposta all’interno di essa”. Il sindaco poi continua: “Quando le cose vengono fatte bene a qualcuno dà fastidio mentre io, personalmente, quando le cose riscuotono successo sono contento indipendentemente da chi le fa perché sono un successo per la mia città. Devo dire poi che non ho mai visto tanta gente in Palazzina sia all’inaugurazione che nelle serate successive. Quando elevi la tua città da deserto culturale a oasi hai fatto una cosa fatta bene, poi andremo a vedere quanto costa. Se poi la critica arriva da chi ha speso 60 mila euro per il Mef, a cui in tre serate sono andate 80 persone, la cosa è singolare. Noi quella cifra non l’abbiamo spesa e non la spenderemo mai. Ad oggi c’è la soddisfazione di aver azzeccato un format.”

Dal minuto 38 e 30. PARLIAMO DI ABUSIVISMO COMMERCIALE. “Il progetto di vigilanza in spiaggia era un progetto che voleva coinvolgere i privati perché andava a loro beneficio. Il prossimo anno lo prenderemo per tempo” annuncia Piunti “quest’anno se ne è parlato a stagione in corso”. In questo ultimo anno però la lotta agli abusivi si è inasprita, anche con l’aiuto del Prefetto. Il problema però non si risolve perché poi gli abusivi tornano e quindi l’unica strada è quella dei blitz e ho suggerito di cercare di individuare i depositi.” Un appello poi il Sindaco lo fa agli acquirenti: “Chi compra la borsa da vu cumprà non può poi lamentarsi della loro presenza in spiaggia, magari sui social. Se manca la domanda manca anche l’offerta”.

Dal minuto 43 e 32. PARLIAMO DEL DRAGAGGIO DEL PORTO DI SAN BENEDETTO. Dopo che la Regione ha dato il via, il 21 giugno, agli scavi per il dragaggio Piunti ci aggiorna sul tema. “Oggi ho sentito al telefono il responsabile dell’Autorità Portuale che mi ha anticipato che lunedì probabilmente cominceranno i lavori dell’escavo. Questo è un evento storico per San Benedetto e per la sicurezza dei nostri marinai. Non sarà risolutivo come intervento ma sarà comunque un passo importante per mettere in sicurezza tutto il porto. I primi di agosto ci sarà conferenza stampa per presentare l’intero progetto.”

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.575 volte, 1 oggi)