SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prende il via il format musicale Seventy Time a San Benedetto, nelle serate del 20 e 21 luglio, a cura dell’Associazione culturale Expance.

“Il Festival Seventy Time prevede due giorni dedicati alla musica anni ’70 – spiega Massimiliano Tirante, uno dei componenti dell’Associazione culturale Expance – l’evento è stato patrocinato dal comune di San Benedetto, in collaborazione con la Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e l’Associazione musicale La Fenice di Amandola. Ci piace immaginare Seventy Time come contenitore di generi musicali, lascia intendere che andrà avanti con altre edizioni.”

Nella prima serata del 20 luglio, si esibiranno dj funky – soul disco dance anni ’70 con Carlito’s Way, presso il Circolo Nautico sambenedettese.

La serata del 21 luglio, vengono proposte le performance musicali della Sezione Rock Orchestra Intermusic, in collaborazione con l’Accademia musicale Lizard di San Benedetto del Tronto, presso la piazzetta “A.Pazienza”.

Seventy Time rappresenta un progetto sociale – precisa Massimiliano Tirante – che vuole trasmettere l’educazione alla musica. É una prima edizione, che consente l’esibizione di giovani artisti locali”.

L’evento vedrà la partecipazione e la direzione artistica di Lito Fontana, musicista di origine sambenedettese, che negli anni ha collaborato con molti musicisti di rilievo nazionali e internazionali.

“Un plauso a Massimiliano Tirante e Mario Ballatore, hanno ideato e organizzato un evento unico nel suo genere. Nel corso delle due serate, si esibirà il gruppo locale Brick House Soul Machine, capitanato da Roberto Lanciotti, suo figlio Marco Lanciotti, che lavora per il programma televisivo Xfactor, e altri tre musicisti, in collaborazione con la voce di Carl Fanini. É una bella possibilità per far esibire i giovani, la cultura è il biglietto da visita di un popolo”.

Mario Ballatore, consigliere comunale di San Benedetto del Tronto, ha partecipato in maniera attiva al progetto, “Come amministrazione comunale, vogliamo puntare sui giovani. La mancanza di interesse potrebbe portare alla noia, invece desideriamo che progetti come Seventy Time rappresentino un’opportunità per i ragazzi della città, che possano appassionarsi e imparare lo spirito di sacrificio e la passione per la musica”.

Il format musicale prevede la collaborazione e l’esibizione degli allievi dell’Accademia musicale Lizard, che nel territorio marchigiano vanta tre scuole di musica, Ascoli Piceno, Pagliare e San Benedetto. Nicola Grilli e Sefora De Canistris, docenti dell’Accademia Lizard, contano di portare sul palco esibizioni live degli allievi della scuola di San Benedetto, che suoneranno brani ispirati ai Queen, Led Zeppelin, David Bowie e PFM. Saranno presenti, inoltre, tutti i docenti delle tre scuole dell’Accademia. “il nostro obbiettivo – afferma Sefora De Canistris è quello di creare una culturale musicale, che insegni il valore del rispetto, della moralità e dell’onore di ciò che si fa, e del proprio modo di vivere”.

Le due serate saranno a ingresso libero, “grande risultato per l’Associazione culturale Expance di San Benedetto del Tronto offrire performance musicali gratuitamente – spiega Massimiliano Tirante”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 308 volte, 1 oggi)