SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 17 o al massimo 18 luglio il sostituto procuratore di Ascoli Piceno, Mara Flaiani, affiderà l’incarico di effettuare l’autopsia sul cadavere di Francesca Galazzo, la 27enne morta venerdì sera precipitando dalla giostra estrema ‘Sling Shot’ nel Luna Park di San Benedetto.

A quanto riportato dall’Ansa, i familiari nomineranno un loro perito per partecipare all’esame autoptico che dovrà sciogliere gli ultimi dubbi sulle cause della morte. La ricognizione cadaverica effettuata dal medico legale Claudio Cacaci subito dopo il tragico incidente ha evidenziato diverse fratture alla testa e al corpo causate dall’impatto con la scala d’accesso all’attrazione.

Momento chiave dell’inchiesta aperta per omicidio colposo contro ignoti sarà la consulenza tecnica che il magistrato affiderà nelle prossime settimane sulla capsula gravitazionale all’interno della quale era seduta la sfortunata donna insieme ad un’amica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.758 volte, 2 oggi)