MARTINSICURO – Continua l’incredibile serie di salvataggi in mare a Martinsicuro in questa tormentata domenica. Nel pomeriggio, un gruppo di tedeschi si trovava in difficoltà sugli scogli nel tratto di mare antistante la spiaggia libera (tra i bagni Massimo e lo chalet Eden Gala). Quattro di loro, di origine curda, erano in acqua e venivano sbattuti violentemente contro gli scogli da una fortissima corrente. A quel punto è stato dato l’allarme e bagnini e staff dei bagni Massimo (Franco Fares, Massimo Ciriaco, Stefano Di Fabio, Valerio Carboni e Nikola Olivieri) coadiuvati dai bagnini dello chalet Eden Gala, Claudio Di Giorgio e Mario Camaioni, sono scesi in mare, sfidando condizioni estreme, per prestare soccorso al gruppetto.

“Le operazioni sono state molti difficili – racconta Massimo Ciriaco – mentre ero sul pattino un’onda mi ha scaraventato in mare e ho temuto il peggio. Poi i ragazzi sono riusciti a tirarmi su, è stata una brutta esperienza che però si è conclusa bene, fortunatamente”.

“Sono 15 anni che faccio questo lavoro – dice il bagnino Franco Fares – ma non mi era mai capitato nulla del genere. Mi sono fiondato in acqua passando dagli scogli e insieme agli altri siamo riusciti a tira fuori 4 persone in grande difficoltà. Purtroppo, le persone non si rendono conto della pericolosità di un mare in queste condizioni e anche questa mattina sono dovuto intervenire per riportare a riva un bimbo.”

Sul posto si è portata un’ambulanza del 118 che ha prestato le prime cure ai turisti e al team di salvataggio (per fortuna, solo qualche piccola ferita per alcuni di loro). Poi due dei turisti, che avevano riportato ferite importanti, sono stati trasferiti al pronto soccorso dell’ospedale di Sant’Omero.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 962 volte, 1 oggi)