SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La mattina di sabato 15 luglio segna l’inizio della 15^ edizione della San Benedetto Tennis Cup, torneo internazionale del circuito ATP Challenger, che si svolgerà al Circolo Tennis Maggioni fino al 23 luglio con ingresso gratuito “Grazie al nostro main sponsor, il Comune di San Benedetto, con cui stiamo portando avanti anche il discorso della ristrutturazione – afferma il Presidente del Circolo Afro Zoboletti – Speriamo che questa collaborazione dia risultati abbastanza rapidi, così da ospitare la manifestazione in una location rinnovata l’anno prossimo. La nuova struttura dovrebbe ospitare circa duemila spettatori con tribune su tre lati e porterebbe in dote al Maggioni una serie di servizi, fra cui la Club House e il ristorante, regalando alla città uno spazio moderno e funzionale per spettacoli, concerti e rappresentazioni teatrali, fruibile per buona parte dell’anno”.

Intanto è avvenuto un upgrade del torneo, portato ad un montepremi di 75.000 dollari (64.000 euro): “Ma l’obiettivo è di portarlo a 100.000 dollari – continua Zoboletti – Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che ci sostengono e anche i volontari, nonché Crionet, che si occupa dell’organizzazione e che ci ha permesso di compiere un salto di qualità”. E proprio Giorgio Garcia Agreda, amministratore delegato di Crionet, parla degli aspetti più tecnici dell’evento: “Nel 2004 questo torneo è stato vinto da un diciottenne che arrivava a San Benedetto dopo aver vinto Parigi junior e il Bonfiglio: Stan Wawrinka. Il primo invito quest’anno è andato al teenager australiano (di chiare origini russe) Alexei Popyrin, come Wawrinka vincitore quest’anno del Roland Garros junior e del Bonfiglio. Speriamo possa essere l’occasione di veder nascere un campione. Le altre wild card, assegnate dal settore tecnico della Fit, sono andate a Luca Vanni, Gianluca Mager e Andrea Pellegrino”.

I nomi più interessanti dell’entry list sambenedettese sono quelli di Santiago Giraldo, Marcel Granollers (già numero 18 del mondo), Laslo Djere che giocherà con uno special exempt e soprattutto Stefano Travaglia il miglior tennista marchigiano in attività. Dopo tanta sfortuna e infortuni, “Stetone” sta raccogliendo i meritati frutti: quest’anno è arrivato il primo titolo Challenger, sulla terra rossa di Ostrava, la prima volta a Wimbledon (superando le qualificazioni) e, in generale, una costanza di risultati che gli hanno consentito di scalare oltre 150 posti nella classifica ATP fino ad arrivare al best ranking al numero 155 del mondo. Fra gli iscritti anche il campione in carica del torneo Federico Gaio, Lorenzo Giustino, Salvatore Caruso e Matteo Berrettini che, con Gianluigi Quinzi, rappresenta la Next Gen del tennis italiano. Il tennista del Canottieri Aniene, allenato dall’ex davisman Vincenzo Santopadre, dovrebbe fare il suo rientro proprio a San Benedetto, dopo un infortunio alla caviglia rimediato a inizio giugno a Caltanissetta durante una partita del tabellone di doppio.

Il sito ufficiale dell’evento è www.sanbenedettotenniscup.com dove trovare tutte le info utili, i tabelloni aggiornati e gli orari di gioco.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 427 volte, 1 oggi)