GROTTAMMARE – E’ un ‘fil rouge’ fatto di sostenibilità ambientale, economica e sociale quello che unisce le 27 località rurali vincitrici di ‘Spighe verdi’ 2017, una sorta di ‘Bandiere blu’ rurali.

Ad aver conquistato il maggior numero di riconoscimenti sono le Marche, con sei Comuni: Esanatoglia, Grottammare, Matelica, Mondolfo, Montecassiano e Numana. Tanti gli indicatori condivisi da Confagricoltura e Foundation for Environmental Education Italia (Fee), che hanno permesso di fotografare le buone politiche di gestione dei territorio.

Si va dalla partecipazione pubblica, all’educazione allo sviluppo sostenibile, dalla presenza di produzioni agricole tipiche, alla qualità dell’offerta turistica e non ultimo la funzionalità degli impianti di depurazione e della gestione dei rifiuti con un occhio particolare alla raccolta differenziata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)