SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il consigliere del Pd Tonino Capriotti ha presentato, in vista della prossima riunione del consiglio Comunale(19 luglio) un’interrogazione a risposta orale sui Poru, i programmi di riqualificazione urbana varati all’epoca Gapsari e che al momento sembrano finiti in un cassetto. Con l’atto il democratico chiede “lumi” all’Amministrazione. di seguito il testo dell’interrogazione:

“Vi ricordate del Programma Operativo Riqualificazione Urbana (L.R. 22/2011) meglio conosciuto con la sigla PORU? Tra le finalità del Programma vi era quella di semplificare le procedure per le trasformazioni urbane complesse finalizzate alla riqualificazione di parti consistenti della città e promuoverne la trasformazione qualitativa, riducendo il consumo di suolo.

La passata amministrazione ha fatto tutto un percorso nel merito, iniziato con l’approvazione della delibera di indirizzo proposta nella Commissione Urbanistica del 13 dicembre 2013 e terminato nell’ultimo Consiglio Comunale dell’aprile 2016, dove si ricorderà che l’assise non diede il suo via libera, anche perché in quel pacchetto erano presenti alcuni progetti molto discussi e contestati.

Ricordo anche che con la delibera di indirizzo si intendeva promuovere un intervento di riqualificazione sulla città a regia pubblica ed il recupero in toto di aree a standard di valore strategico. Erano previsti interventi puntuali, sempre nel rispetto del disegno del vigente PRG ed alcuni importanti interventi di cui tutta la città avrebbe beneficiato.

Vengo al dunque dell’interrogazione: considerato che questa Amministrazione si è già espressa in merito al Piano regolatore, le chiedo: quali sono le intenzioni riguardo ai PORU di cui alla Commissione Urbanistica sopra citata? Le assicuro che molti se lo domandano, i più interessati direttamente, ma anche coloro che guardando allo sviluppo della città hanno intravisto, in alcuni di loro, opportunità di sviluppo e miglioramento urbanistico.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 410 volte, 1 oggi)