FERMO – Nel pomeriggio di domenica 9 luglio personale della Squadra Volante del Commissariato di Fermo ha tratto in arresto, nella flagranza del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, un uomo nato in Albania e naturalizzato italiano, perché trovato in possesso di 109 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

Erano circa le 15 quando la Volante, transitando nel quartiere Lido Tre Archi, giunto in prossimità della piazza centrale notava il pusher, già noto per i suoi trascorsi, intento ad effettuare delle telefonate. Gli operatori, insospettiti dall’atteggiamento nervoso e guardingo dell’uomo e accertato che nei pressi vi erano dei soggetti noti sia per i loro trascorsi penali che per la loro dipendenza alle sostanze stupefacenti, decidevano di avvicinarsi.

L’uomo, alla vista della Pantera della Polizia, cercava di disfarsi di un involucro, gettandolo alla base di una siepe. Purtroppo per, lui, il gesto non sfuggiva agli operatori, che ormai erano a poca distanza dallo spacciatore. Lo spacciatore veniva bloccato e l’involucro, raccolto dagli agenti: conteneva sostanza stupefacente del tipo cocaina per un peso complessivo pari a 109 grammi.

L’uomo veniva dichiarato in arresto e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Fermo che ne disponeva la traduzione presso il locale carcere.

L’arresto, sulla scorta della bontà dell’attività di Polizia, veniva convalidato dal Gip che emetteva nei confronti dell’arrestato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L’arresto rappresenta con colpo particolarmente sostanziale per quanto riguarda il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere Lido Tre Archi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 718 volte, 1 oggi)