SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 9 luglio, il 1^ Nucleo Subacquei della Guardia Costiera, con base a San Benedetto del Tronto, si è recato in zona Sentina, a bordo del battello B080, per assistere il personale dell’Unicam (Università degli Studi di Camerino e del Centro di recupero Tartarughe di Rimini al rilascio in mare dell’esemplare di tartaruga Caretta Caretta “Alessandro”.

La curiosa scelta del nome per la tartaruga è stata fatta in onore del suo salvatore, un Ufficiale della Guardia Costiera che, nel novembre scorso, la salvò sul litorale sambenedettese dall’assideramento.

Dopo circa 7 mesi di cure presso il Centro di Rimini, è stata rilasciata in mare a 3 miglia dalla costa.

(Letto 211 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)