SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Regione Marche ha deciso di integrare con ulteriori 500 mila euro di risorse regionali la dotazione statale del Fondo Unico Spettacolo (FUS) che ammonta a 700 mila euro e destinata alle attività culturali nelle aree colpite dal sisma. Le risorse regionali, così come condiviso con gli amministratori del territorio del cratere, sono orientate a progetti di accoglienza turistica e di promozione ritenendoli complementari e funzionali alle attività diffuse di animazione turistico-culturale.  Una mole complessiva, quindi,  di due milioni e cento mila euro,  considerando anche i restanti 900 mila che verranno comunque impiegati coinvolgendo i territori delle aree interne colpite dal terremoto.

Una decisione che fa seguito al cosiddetto decreto Milleproroghe’ e al protocollo di intesa sottoscritto tra Regione Marche e Ministero (MIBACT) per interventi di spettacolo dal vivo che facciano rivivere nel segno della cultura i territori feriti dal sisma.

“La Regione continua ad investire nella promozione del territorio e della cultura – spiega l’assessore regionale,  Moreno Pieroni – con  l’obiettivo di rivitalizzare il tessuto economico e sociale, favorendo le occasioni di aggregazione nei luoghi e nei centri urbani insieme alla costruzione di opportunità attrattive, sia attraverso iniziative culturali di spettacolo, prevedendo l’utilizzo dei teatri storici, piazze e luoghi di eccellenza paesaggistica, sia realizzando grandi eventi aggreganti capaci di coinvolgere personalità di rilievo del mondo dello spettacolo. Iniziative che tendono a valorizzare anche le iniziative di promozione turistica che la Regione Marche sta mettendo in campo già dal mese di dicembre”.

(Letto 141 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)