SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Ennesimo colpo con esplosivo in uno sportello bancomat del Val Vibrata.

La tecnica utilizzata, probabilmente dalla stessa banda, è sempre quella della “marmotta”: una pala in ghisa carica di esplosivo viene posizionata all’interno dell’erogatore delle banconote che poi viene fatto esplodere.

Ed è stato proprio un tremendo boato quello che ha svegliato la scorsa notte i residenti di Sant’Egidio alla Vibrata che abitano nelle vicinanze della filiale della Bnl di Corso Adriatico. I banditi, dopo aver fatto saltare lo sportello automatico danneggiando seriamente anche i locali dell’istituto di credito, sono riusciti a guadagnare la fuga con un bottino di 30mila euro, mentre 2mila euro di banconote sono rimaste nelle vicinanze della banca in seguito alla forte esplosione. Sul posto si sono portati i carabinieri della locale stazione e quelli del radiomobile di Alba Adriatica che hanno avviato le indagini del caso.

Si tratta del sedicesimo colpo con esplosivo ai danni di uno sportello bancomat nel Teramano dallo scorso ottobre. Ben 11 colpi sono stati messi a segno, con lo stesso modus operandi, ai danni di filiali della ex Tercas (ora Banca Popolare di Bari) e adesso agli inquirenti spetterà il compito di stabilire se anche questo colpo sia stato messo a segno dalla stessa banda di malviventi. Gli elementi nuovi, rispetto ai precedenti assalti, sono principalmente due: un modello di sportello atm diverso da quello utilizzato dalla ex Tercas e il giorno in cui è stato messo a segno il colpo che, per la prima volta, non è avvenuto nel fine settimana. Va detto, comunque, che l’ultimo colpo in ordine di tempo, quello di Controguerra, avvenne nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 giugno ma il bancomat, come disposto dalla direzione della banca a seguito dei precedenti colpi subiti, non era stato caricato di contante per il weekend e i malviventi fuggirono a mani vuote. Motivo questo che spinge a pensare che i banditi abbiano deciso di cambiare strategia e iniziare ad agire anche in mezzo alla settimana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 352 volte, 1 oggi)