FERMO – Servizio di prevenzione sul territorio nei giorni scorsi da parte delle Forze dell’Ordine.

A Fermo un 34enne residente nell’entroterra è stato denunciato alla locale Procura per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale, oltraggio a Pubblico Ufficiale e rifiuto di fornire le proprie indicazioni sulla propria identità personale.

Gli agenti, nel pieno centro abitato del quartiere Lido Tre Archi, davano l’alt ad una utilitaria condotta da una ragazza che trasportava un giovane, poi identificato per il 34enne.

Una volta che la conducente del veicolo ha arrestato la marcia, il ragazzo, sceso repentinamente dal veicolo, ha iniziato ad inveire veementemente nei confronti degli agenti, con frasi oltraggiose. Non sono anche mancate minacce di morte.

Il ragazzo, forse nel tentativo di far reagire gli agenti, ha battuto con violenza più volte il palmo della mano sul tetto dell’auto di servizio, assumendo un atteggiamento di sfida che, comunque, gli agenti, con grande professionalità, con raccoglievano.

L’intervento di controllo sull’uomo si protraeva per diverso tempo poiché non voleva neppure fornire le proprie generalità né tantomeno fornire un documento tramite il quale poterlo identificare.  Dopo innumerevoli tentativi l’uomo è stato identificato e denunciato.

(Letto 1.134 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.134 volte, 1 oggi)