FERMO – I carabinieri di Porto Sant’Elpidio hanno individuato e denunciato nei giorni scorsi un 32enne disoccupato e pregiudicato residente a Fermo per truffa e sostituzione di persona.

In più occasioni aveva acquistato tramite noti siti di e-commerce costosi elettrodomestici e telefoni cellulari di ultima generazione senza pagare alla fine.

L’uomo era solito, infatti, utilizzare per gli acquisti le identità dei venditori dai quali si faceva inviare di volta in volta tramite cellulare la copia del documento per testarne l’affidabilità. Per dimostrare l’avvenuto pagamento il 32enne inviava agli ignari venditori uno screenshot riproducente una falsa ricevuta di bonifico, mai effettuato.

In seguito l’uomo dava appuntamento al corriere presso vari indirizzi diversi dalla sua reale residenza a Porto Sant’Elpidio. Lui stesso ritirava in strada i pacchi. L’attività è partita dopo le numerose denunce ricevute dai carabinieri. E’ stata fatta una perquisizione in casa dell’indagato dove sono stati rinvenuti vari oggetti fra cui un folletto nuovo comprensivo di accessori, pezzi di ricambio e filtri per un valore di 4 mila euro. Sono stati sequestrati due computer utilizzati per commettere i reati.

Le indagini proseguiranno per accertare altre truffe commesse e individuare la destinazione degli altri oggetti acquistati in maniera truffaldina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 972 volte, 1 oggi)