MARTINSICURO – Non si rassegnava alla fine della relazione con una 36enne di Martinsicuro e per 6 mesi le aveva reso la vita un inferno: chiamate continue, sms, appostamenti in alcuni casi sfociati anche in vere e proprie aggressioni fisiche.

Una volta si è finto anche carabiniere per accertarsi se la donna stesse realmente lavorando. Un ossessione morbosa e pericolosa che, da gennaio, aveva generato nella 36enne ansie e paure, tanto da temere seriamente per la propria incolumità fisica. E’ quanto emerso dall’indagine, condotta dai carabinieri di Martinsicuro, diretti dal luogotenente Antonio Romano, che hanno portato alla denuncia per stalking di un 54enne del posto. I militari della locale stazione, a seguito della denuncia della donna e su provvedimento dal gip di Teramo Roberto Veneziano, hanno notificato  nelle ultime all’uomo un divieto di avvicinamento alla vittima. Ora non potrà più nè contattarla nè avvicinarsi a lei e alla sua abitazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 667 volte, 1 oggi)