SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – In tre si erano dimessi a marzo dagli incarichi che ricoprivano nel Cda della Multi Servizi, partecipata del Comune di San Benedetto (CLICCA QUI). Ma nessuna conseguenza arrivò da quelle tre lettere e, Roberto De Berardinis (presidente), Anna Rinaldi e Elvano Pulcini (consiglieri) praticamente erano rimasti al loro posto.

Le dimissioni nascevano da un impedimento ben definito dalla legge nel testo unico sulle società partecipate  del 2016 che richiama l’articolo 12 del decreto legislativo 39 del 2013 che recita chiaramente: “Gli incarichi dirigenziali, interni e esterni, nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici e negli enti di diritto privato in controllo pubblico sono incompatibili con l’assunzione e il mantenimento, nel corso dell’incarico, della carica di componente dell’organo di indirizzo nella stessa amministrazione“.

Nonostante le dimissioni firmate dai tre però, dicevamo, nessuna conseguenza era arrivata, facendo permanere lo status di “incompatibilità” di De Berardnis, Pulcini e Rinaldi.  Tant’è che i tre amministratori si sono dimessi “di nuovo” in questi giorni, “con decorrenza improrogabile al 31 luglio 2017”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)