DISINFORMAZIONE. Se oggi l’amichevole Inter-Villareal al “Riviera delle Palme” è una possibilità ancor più lo era ieri o avanti ieri. Quando invece è stata data per certa (senza punto di domanda) con un locandina che ‘spingeva’ ad andare ad acquistare o leggere il giornale di riferimento. Non proprio un’illusione (per gli interisti, io compreso, in particolare) ma quasi.

Le cose stanno infatti così. Il presidente della Samb: “Non ne so niente e non sarebbe una bella cosa se la notizia fosse vera senza che io lo sapessi. Come minimo“. Eppure prima della nostra telefonata era stato annunciato via web che il “Comune avrebbe già avvertito il patron rossoblu” che non è assolutamente un bugiardo!

Il direttore generale Andrea Gianni: “In effetti qualche giorno fa l’assessore allo sport mi ha parlato di un’eventualità simile che ci farebbe piacere. Il Comune ha diritto di usufruire dello stadio per un giorno dopo avercelo comunicato per evitare che ci siano sovrapposizioni di date. Lo stesso Pier Luigi Tassotti mi ha detto che al momento è una semplice voce o poco più. Non saprei cosa aggiungere

Che la notizia non abbia ancora conferme lo si legge nel sito ufficiale del Villareal che comunica come i “sottomarini gialli”, il prossimo 6 agosto, saranno impegnati in un’amichevole con un avversario e in una città ancora da definire. Nessun nome se non la data che coincide. Così come non viene data per certa la data di un probabile Milan-Villareal a Catania tre giorni dopo, il 9 agosto. Nessun accenno su www.inter.it. Speriamo bene.

È un modo di informare (o disinformare, fate voi) che a noi non piace, preferiamo i fatti e le certezze. Senza contare che da almeno quindici giorni nomi di acquisti in casa rossoblu (Troianello il vertice!) annunciati con certezza da certi media si sono rivelati non veri. A forza di fare nomi prima o poi ci si azzecca ma definirlo giornalismo mi pare troppo.

Insomma tra chi prova ad apparire gratuitamente sui social e purtroppo anche su alcuni giornali con notizie tipo “Sono così bravo che potrei ‘seccà lu mare che na cucciòle” come recita un vecchio detto sambenedettese (ogni riferimento ad un iscritto a Forza Italia non è ‘puramente casuale’) e chi inventa e dice, la discesa della credibilità e la confusione attraverso i media sta diventando sempre maggiore. Tanto che il bistrattato popolo ci capisce sempre meno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.704 volte, 1 oggi)