CIVITELLA DEL TRONTO – Dal 6 al 9 luglio a Favale di Civitella, nell’ambito della festa patronale di Santa Maria Goretti, attesa tappa del tour “Italian Roots” del celebre pianista Matthew Lee.

A presentare l’evento, patrocinato dall’amministrazione comunale, sono intervenuti il 27 giugno al Consorzio Bim il sindaco di Civitella del Tronto, Cristina Di Pietro, gli organizzatori dell’associazione “Scacco Matto” Mauro Iachini e Fabrizio De Angelis, il manager dell’artista Gelindo de Luca.

Già ospite del Musicultura di Macerata, Matthew Lee, al secolo Matteo Orizi, è pianista e cantante noto per le sue eccentriche performance al pianoforte (che suona non solo con le mani, ma anche usando piedi e gomiti) sarà in concerto per la chiusura della festa di Favale il 9 luglio, alle ore 21.

Un talento purissimo della musica già definito dagli addetti ai lavori “il fenomeno italiano del rock’n’roll”, nasce nel 1982 a Pesaro dove ha studiato al celebre Conservatorio Gioacchino Rossi, per poi passare ad appassionarsi del genere di Elvis Presley. In carriera è stato ospite a “Domenica In”, a “Speciale per me” di Renzo Arbore e ha pubblicato due album di cui uno live. Di recente si è imposto all’attenzione pubblica per la cover del brano di Edoardo Bennato “L’Isola che non c’è” e come vincitore della sezione Giovani del Coca Cola Summer Festival 2015 con il brano “È tempo di altri tempi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 255 volte, 3 oggi)