SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  È stata presentata il 27 giugno, presso il comune di San Benedetto del Tronto, la terza edizione della “Giornata Mondiale Onu dei Lavoratori Marittimi”, che si terrà il 30 giugno 2017, presso la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto. Presenti alla conferenza l’assessore alle pari opportunità, Antonella Baiocchi, il comandante in seconda della Capitaneria di Porto, Gianluca Oliveti e la presidente della Omnibus Omnes, Raffaela Milandri, organizzatrice dell’evento.

La Giornata Onu sarà intitolata alla “Salvaguardia dei Lavoratori Marittimi, del Mare e della Fauna Ittica” . L’iniziativa quest’anno abbraccerà anche la tematica del terremoto, che non deve essere dimenticata, e andrà quindi a unire idealmente le realtà marittime e montane del Centro Italia .

Nel pomeriggio del 30, alle ore 17, presso la Capitaneria di Porto vi sarà consegna della borsa di studio Omnibus per figli di lavoratori marittimi, la premiazione dei vincitori del concorso di disegno “Viviamo il Mare” legato alla Giornata Mondiale Onu degli Oceani, ed, infine, ma non meno importante anche la consegna dei primi due bonus bebè Omnibus per le famiglie di Arquata. Iniziative che hanno coinvolto le scuole elementari dei Comuni di San Benedetto del Tronto, di Grottammare, di Cupra Marittima e per la prima volta quello di Martinsicuro.

Ha parlato così Raffaella Milandri, ponendo grande attenzione sulla parte dell’evento che interessa le persone colpite dal sisma: “Un plauso, innanzitutto, va fatto a San Benedetto del Tronto, dove l’iniziativa è nata tre anni fa, e dove, tutt’oggi, rimane unica. Come associazione, vogliamo usare il nostro potere a favore delle comunità costiere, ma senza dimenticare le realtà montane come Arquata, bisognose di un aiuto concreto e di visibilità. L’augurio è di poter dispensare molte borse di studio, come già fatto per l’anno scolastico appena terminato, bonus per la maternità alle nuove coppie e bonus per l’imprenditoria giovanile. L’emergenza dopo il terremoto non è assolutamente finita. La situazione è ancora gravissima per le famiglie. Il Responsabile Onu, il Dottore Fabio Graziosi, infatti, in occasione del 30 giugno, andrà a fare un sopralluogo nella cittadina di Arquata per capire e saggiare qual è la reale situazione dopo i devastanti eventi sismici”.

“Iniziative del genere – ha aggiunto l’assessore Baiocchi – sono una grande occasione per promuovere la conoscenza delle diversità, e per instaurare un dialogo al fine del rispetto. In particolar modo, la Giornata Mondiale a cui è dedicata questa iniziativa ricorda che siamo parte di un tutto, in cui il rispetto delle esigenze di ognuno è fondamentale per salvaguardare la coesione collettiva”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 439 volte, 1 oggi)