TERAMO – Un incendio di vaste proporzioni ha interessato la fabbrica Richetti, ex Foodinvest, nel nucleo industriale di Sant’Atto a Teramo.

All’interno dello stabilimento c’erano circa 60 operai a fine turno di lavoro, usciti immediatamente e quindi incolumi. Sul posto hanno operato tutta la notte quattro squadre di Vigili del Fuoco di Teramo, Pescara e del distaccamento di Nereto con tre autopompe, cinque autobotti, un’autoscala e un furgone per rifornire bombole di aria per gli autorespiratori.

Ancora in corso le operazioni per spegnere i focolai residui. L’incendio, divampato in un magazzino per gli imballaggi, si è diffuso su un’area di 6 mila metri quadri; crollato il tetto del magazzino e bruciate lastre di eternit poste a copertura del capannone.
Dalla zona si è alzata un’alta e densa colonna di fumo.

L’Arta sta effettuando controlli sulla qualità dell’aria. I sindaci di Teramo e Bellante nella serata del 26 giugno avevano invitato i cittadini a tenere chiuse le finestre per precauzione

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 975 volte, 1 oggi)