GROTTAMMARE – Nella mattinata del 23 giugno è stata rivolta ai giornalisti un’anteprima “gustosa” del nuovo centro polivalente di Grottammare Alta in via Palmaroli.

Manca ormai poco all’inaugurazione, prevista il 25 giugno, di “Ospitale”. L’ex ospedale farà posto alle associazioni locali e agli uffici comunali. Nella mattinata odierna gli operai stavano ultimando gli ultimi preparativi in vista di domenica.

Il sindaco Enrico Piergallini ha fatto ‘gli onori di casa’: “E’ il cantiere principale, per dimensione e tempo di realizzazione, che l’amministrazione comunale accinge a tagliare con orgoglio il nastro il 25 giugno. ‘Ospitale’ ha una funzione importante per le associazioni locali ma anche per la vita sociale e civile della città. E’ il biglietto da visita per chi entra nel Vecchio Incasato, una bellissima struttura. Per rendere perfetto l’ingresso all’area manca solo la riqualificazione nel tratto fra la sbarra del traffico limitato di via Palmaroli e largo Porta Maggiore. Il centro polivalente è stato reso realtà grazie alle risorse ministeriali, regionali e comunali. Siamo fieri di quello che abbiamo fatto. E’ un tassello fondamentale per la collettività”.

Un processo di riqualificazione, quello dell’ex ospedale, iniziato nel lontano 1997 e conclusosi vent’anni dopo.

DESTINAZIONI SPAZI

Piano seminterrato: sala polivalente;

Piano rialzato, ingresso via palmaroli: spazi per associazioni (cinque sale);

Piano primo (ingresso parcheggio): uffici comunali;

Piano secondo: spazi per associazioni (otto sale);

Piano copertura: spazio per associazioni (una sala);

Il Comune di Grottammare, tramite criteri stabiliti, affiderà le sale a disposizione alle varie associazioni locali. Quest’ultime dovranno provvedere personalmente all’arredo. Molte sale hanno una vista mozzafiato verso il mare e il borgo, terrazza compresa. Previsti laboratori di ogni genere in aule dotate di ogni comfort. Abbattute le barriere architettoniche per rendere agevole l’accesso anche alle persone disabili.

Da sottolineare la presenza dell’aula multimediale adibita anche a sala conferenza/congresso. Sono state posizionate le poltrone che erano conservate e destinate al teatro dell’Arancio in caso di danneggiamenti. Sono state “trattate” con forni a micro-onde per l’eliminazione dei tarli e restaurate completamente.

“Un ringraziamento particolare – afferma il primo cittadino Enrico Piergallini – va alle figure di Liliana Ruffini, Bernardino Novelli, Valeria Angelini, Sante Cocci e Stefania Pulcini per la realizzazione. Un plauso naturalmente anche alle imprese che hanno lavorato per la facciata, gli arredi, la segnaletica, il restauro poltrone, l’impianto di illuminazione e gli ascensori: F.ll Rinaldi Srl, Impresa Apem, Faro, Restaura Sas, Schiavi & Lupi, la Mercanti, Giancarlo Mariani, Ascani Energy e Cappelli Elevator”.

Nella giornata inaugurale, prevista il 25 giugno, una sala dell’Ospitale ospiterà, appunto, alcune opere della mostra “Un Borgo d’Amare”.

“Invito la cittadinanza a partecipare alla cerimonia di ‘Ospitale’, centro polivalente bellissimo, terminato entro l’estate 2017 nonostante l’impiccio del Ponte Tesino sul lungomare. Puntiamo la prossima settimana alla riapertura per i veicoli dopo che nello scorso week end il transito è stato permesso alle bici e ai pedoni”. afferma il sindaco Enrico Piergallini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 328 volte, 1 oggi)