MONSAMPOLO DEL TRONTO – Operazione dei carabinieri nel pomeriggio del 22 giugno.

Intorno alle 14.30 i militari della stazione di Monsampolo del Tronto hanno arrestato per evasione, resistenza e lesioni un ucraino, N. N. classe 1993, nullafacente, tossicodipendente e pregiudicato.

Alle 13.30, nel corso di un controllo, i carabinieri hanno riscontrato l’assenza del ragazzo posto in regime di domiciliari per reato di rapina commesso a Porto d’Ascoli un mese fa. I militari l’hanno atteso per più di un’ora nei pressi dell’abitazione e il giovane,  una volta giunto nei pressi di casa, ha buttato un involucro alla vista delle divise, tentando di disfarsene.

L’involucro è stato recuperato: all’interno c’era eroina. In stato di alterazione e agitazione il ragazzo ha prima insultato i militari e poi ha tentato di fuggire colpendo uno dei carabinieri con calci e pugni provocandoli lesioni a un braccio.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria, dopo l’arresto, il ragazzo è stato posto ai domiciliari in attesa del rito per direttissima.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 815 volte, 1 oggi)