SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il primo giorno d’estate del 2017 ha segnato anche il traguardo del primo secolo di vita per Anna Di Lorenzo che è stata festeggiata dai familiari, una “grande tribù” di cui fanno parte, tra gli altri, 4 figli, 6 nipoti e 4 pronipoti. Alla signora Anna gli auguri dell’Amministrazione comunale con il tradizionale mazzo di fiori portato dal sindaco Pasqualino Piunti e da alcuni assessori (tra cui Annalisa Ruggieri, nipote della festeggiata).

E proprio la famiglia è stato il punto di riferimento costante della vita di nonna Anna, per tutti Annina: sposatasi a vent’anni con Vito Ruggieri (scomparso pochi anni fa), ha vissuto a lungo nella casa del marito in zona San Giovanni di Porto d’Ascoli collaborando alla conduzione dell’attività agricola e conducendo con sicurezza e grande disponibilità la vita di una famiglia via via sempre più ampia e cucinando con grande abilità i frutti della terra.

Il trasferimento nel centro di Porto d’Ascoli non ha mutato le abitudini: nonna Anna ha continuato a regolare i ritmi di vita dei tanti familiari che, a loro volta, hanno sempre trovato in quella casa una disponibilità incondizionata per un pranzo, un consiglio, un conforto. Resta famoso il suo “frustingo” natalizio che ha prodotto in quantità industriali per il solo piacere di poterlo regalare.

Il suo segreto? Custodisce gelosamente un rito propiziatorio che, dice, tramanderà alla nipote più giovane la notte di un Natale che solo lei sarà in grado di individuare. Ma i parenti dicono che il suo elisir di lunga vita sta nel non prendersela mai per le avversità della vita da affrontare con pazienza e silenzio: un atteggiamento che le ha consentito di superare gli inevitabili momenti difficili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 417 volte, 1 oggi)