Con il contributo di Enrico Traini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la “fatidica” notte prima egli esami, vissuta da qualcuno con ansia e magari con più leggerezza da altri, è tempo di “rompere il ghiaccio” con la prima prova. Il tema di italiano oggi ha infatti impegnato centinaia di migliaia di ragazzi italiani alle prese con tracce, vocabolari, sinonimi e contrari.

Riviera Oggi ha intervistato i primi reduci dal “tema” dei licei classico e scientifico di San Benedetto che ci hanno rivelato come hanno trascorso la notte e quali tracce hanno scelto per la prova di oggi. I primi a vincere paura e ansia e a consegnare il compito al liceo scientifico Rosetti sono stati Simone e Leonardo, due studenti di Alba Adriatica che hanno svolto il tema artistico-letterario, una traccia che si incentrava sulla natura, “tra minaccia e idillio”. I due ragazzi hanno poi rivelato di aver passato la notte “tranquillamente”, Simone allenandosi con la sua squadra di pattinaggio e Leonardo addirittura lavorando come animatore. Il tema sulla natura è stata anche la scelta di Giovanni, studente sambenedettese primo uscito al liceo classico Leopardi. Il giovane maturando ha confessato come pensasse “di avere più ansia” dopo la “notte” e invece evidentemente si è sciolto e ha preso coraggio in vista del “temone” di italiano.

 

 

Benedetta e Riccardo invece, studenti dello scientifico rispettivamente di Grottammare e Monsampolo hanno optato per la traccia tecnico-scientifica (Riccardo) e per quella socio economica sulla tecnologia e il lavoro(Benedetta). La ragazza racconta poi, insieme al compagno di scuola, come abbia “finito in fretta” e a un certo punto, forse stanca di aspettare, ha deciso di consegnare. Notte prima degli esami tranquilla invece per i due ragazzi con Benedetta che ha confessato di aver dormito (serenamente?) mentre Riccardo ha preferito vincere le ansie con una partita a freccette.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.423 volte, 1 oggi)