SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Associazione Popsophia presenta il nuovo festival estivo, Solideo, in collaborazione con l’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto, nella Palazzina Azzurra.

Il progetto Solideo, che si terrà nelle due giornate di giovedì 22 e venerdì 23 giugno, sarà dedicato alla “filosofia del solstizio d’estate” attraverso conferenze, concerti musicali e performance di filosofi e artisti marchigiani.

L’amministrazione comunale “ha accolto con interesse l’idea di festeggiare a San Benedetto il solstizio d’estate – spiega l’assessore alla cultura Annalisa Ruggeri – l’evento rientra nella particolare attenzione dell’amministrazione comunale nei confronti delle proposte culturali. Non vogliamo rinunciare alla qualità, il cartello estivo degli eventi a San Benedetto lo dimostra. Puntiamo a rivitalizzare l’aspetto culturale, un pò sopito negli ultimi anni. Il nostro obiettivo è il rinnovamento continuo. L’amministrazione comunale ringrazia Rosaria Falco di Siamo San Benedetto e il Circolo Sambenedettesi, che rappresenta una risorsa di memoria storica della città.”

Lucrezia Ercoli, direttrice artistica di Popsophia, illustra il programma del festival “due giornate che uniscono due metafore, sole e mare. Apriranno l’evento le conferenze tenute da due filosofi”.

Massimo Donà, filosofo dell’Università San Raffaele di Milano, autore di numerosi testi filosofici, l’ultimo Magia e filosofia, proporrà il tema della luce.

Seguirà l’intervento di Luciano De Fiore, Professore di Estetica e filosofia all’Università La Sapienza di Roma, si occuperà del tema del mare, discutendo del suo ultimo testo “Filosofia sui flutti”.

Concluderanno l’evento le performance di due giovani filosofi, Cesare Catà con “Sogno di una notte di mezza estate”, che farà riferimento al solstizio d’estate di Shakespeare, e Riccardo Dal Ferro, amato dai giovani, filosofo sul proprio canale Youtube, dove miscela la filosofia con tematiche contemporanee.

Tra le conferenze, saranno presenti esposizioni di libri e degustazioni culinarie.

“Le due serate, che seguono l’idea del filoshow, miscela tra filosofia e performance – continua Lucrezia Ercoli – propongono spettacoli inediti, con musica dal vivo della Band Factory, i montaggi video di Marco Bragaglia e la voce recitante di Pamela Olivieri. L’Associazione Popsophia rappresenta la molteplicità di tutti i linguaggi della cultura contemporanea. Abbiamo ricevuto numerose richieste dalle scuole del luogo, poichè forniamo corsi di aggiornamento didattico per insegnati e studenti. E’ un riscontro positivo ricevuto dalla città di San Benedetto”.

Benedetta Trevisani, rappresentante del Circolo Sambenedettesi, ricorda che “nel 2011 fu organizzata una mostra nella Palazzina Azzurra, visitata da migliaia di persone, che ribadivano il sentimento della nostalgia. Fino agli anni 70, la Palazzina Azzurra rappresentava una location apprezzata anche da cantanti famosi, come Mina, Celentano, Dorelli. La bellezza del lusso e di serate ricche di premi e concerti musicali, venivano condivise anche dal popolo, che sebbene rimanesse fuori, poteva osservare la presenza di personaggi famosi e ammirati”.

Rosaria Falco conclude l’incontro. ” E’ l’inizio di una nuova stagione. Questo è il primo mattoncino per far tornare San Benedetto al posto che gli spetta. Speriamo che anche i più dubbiosi possano apprezzare l’evento ideato dall’Associazione Popsophia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 541 volte, 70 oggi)