MONTEPRANDONE- Una giornata volta a coniugare i valori dello sport con quelli dell’integrazione e dell’accoglienza, il tutto accompagnato da musica e cucina etnica per quanti vorranno partecipare.

Sarà questo lo spirito che animerà la Festa del Rifugiato “Un mare per tutti” di giovedì 22 giugno dalle ore 15 in poi, presso il campo sportivo Nicolai e la piastra polivalente nel Comune di Monteprandone (località Centobuchi), organizzata dall’associazione Gus,  impegnata nell’accoglienza dei richiedenti Protezione Internazionale, ospiti della comunità locale e attiva nel territorio da 3 anni.

La  festa, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato,  prenderà il via intorno alle ore 15  con il torneo antirazzista, che vedrà impegnate squadre composte dai rifugiati ospiti presso il  Comune di Monteprandone e squadre locali. A seguire la performance teatrale dei migranti che hanno partecipato al laboratorio di “Teatro dell’oppresso” condotto dalla docente Chiara Laurenzi.

Saranno inoltre presenti banchetti espositivi di prodotti artigianali di bigiotteria e sartoria “afro style”, frutto dei laboratori organizzati da professionisti interni ed esterni all’associazione. L’evento si chiuderà con musica dj-set a cura di Dj Lawless.

L’associazione Gus invita tutti quanti a partecipare alla suddetta iniziativa e coglie l’occasione per ringraziare sentitamente il Comune di Monteprandone, in particolar modo nelle persone del Sindaco Stefano Stracci e dell’Assessore allo Sport, Sergio Loggi, per l’aiuto attivo, la disponibilità e il sostegno offerti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 2 oggi)