SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Particolare significato assumono le regate veliche del Trofeo Challenger Jack La Bolina nella XX Edizione del 2017. Ricade quest’anno il 120° anniversario della fondazione della Lega Navale Italiana e la Sezione di San Benedetto del Tronto venti anni or sono intitolò queste regate proprio al fondatore della L.N.I., Jack La Bolina, pseudonimo di Augusto Vittorio Vecchi, nato a Marsiglia, dichiaratosi più volte cittadino della provincia di Ascoli Piceno avendo il padre origini della provincia di Ascoli Piceno.

Per dare maggiore risalto al particolare evento, questa prima regata, delle cinque in programma nel corso di tutta l’estate 2017, è stata seguita in mare ed a terra dall’Ammiraglio Andrea Fazioli della Presidenza Nazionale della L.N.I. di Roma, che con la sua presenza ha voluto dare maggiore rilevanza all’evento, inserito nel calendario nazionale tra gli eventi del 120°.

Parlando della regata dell’11 giugno il risultato sportivo è stato appannaggio delle classi veliche dei monoscafi sui poliscafi per le particolari condizioni di vento debole che ha caratterizzato la giornata. Hanno vinto l’equipaggio Bellotti Luigi, Sailing Team Bracciano, e Giuseppe D’Angelo della L.N.I. di San Benedetto del Tronto su Flying Dutchman. Primo dei poliscafi al 4° posto con Domizi Giulio Marco su A-Classic, della L.N.I. di San Benedetto del Tronto, 1° a passare sulla linea di arrivo.

Tra i ragazzi dominio di Croce Martina sull’O’Pen Bic, talentuosa ragazza della L.N.I. di San Benedetto del Tronto già vincitrice assoluta quest’anno nella categoria Under 17 nella prova Nazionale di Bari del 1-2 e 3 giugno.

Nella foto l’Ammiraglio Fazioli premia Domizi Giulio 1° a passare sulla linea di arrivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)