MONTEPRANDONE – Ormai prossimo alla sua ottava edizione, il festival letterario Piceno d’Autore torna ancora una volta ad arricchire l’estate. L’annuncio ufficiale arriva dal Residence Borgo da Mare, presso il quale si è svolta la conferenza stampa presentativa.

A darne notizia sono il sindaco Stefano Stracci con i rappresentanti dell’associazione “I Luoghi della Scrittura”, organizzatrice dell’evento: il presidente Mimmo Minuto, il segretario Silvio Venieri e la consigliera Mimma Tranquilli.

Quest’anno è atteso un profondo rinnovo, sia nell’organizzazione che nella locazione: tutti gli incontri, infatti, si svolgeranno tra Monteprandone e Centobuchi, sfruttando i luoghi più suggestivi della zona per un’atmosfera culturale a tutto tondo.

Dal 3 al 18 luglio sono attesi dibattiti, presentazioni di libri e autori, premiazioni e molti ospiti di rilievo, scelti tra i migliori testimoni del panorama politico e sociale italiano. Piceno d’Autore, fin dal suo esordio nel 2010, ha proposto al pubblico importanti temi di attualità, per discutere e riflettere sulle problematiche odierne. Per il 2017, l’argomento designato come filo conduttore è quantomai oggetto di critiche ed opinioni controverse: “la giustizia in nome del popolo – dialoghi su diritti e democrazia”.

Il Festival è diviso in due filoni, monografico ed editoriale; l’evento inaugurale si svolgerà lunedì 3 luglio alle 21.30, nel Parco della Conoscenza di Centobuchi; il filosofo e docente Massimo Cacciari, ex sindaco di Venezia, terrà una conferenza introduttiva dal titolo “La giustizia in nome del popolo”.

Dal 4 al 12 luglio partiranno poi gli incontri con l’autore, presso la Piazza San Giacomo del centro storico di Monteprandone: il 4 luglio sarà presente Gherardo Colombo, con l’opera “La tua giustizia non è la mia. Dialogo tra due magistrati in perenne disaccordo”.

Lo seguirà, la sera del 10 luglio, il giudice della corte costituzionale Sabino Cassese, con “La democrazia e i suoi limiti“.

L’11 luglio sarà il turno di Raffaele Guariniello, con “La giustizia non è un sogno“. Per finire, il 12 luglio interverrà il professore Aldo Schiavone con “Ius. L’invenzione del diritto in Occidente“.

La seconda parte del festival sarà dedicata all’universo editoriale, con la consegna di tre riconoscimenti ad altrettante case editrici. Le premiazioni si svolgeranno nella splendida Villa Nicolai di Centobuchi, un patrimonio del territorio apprezzato per i suoi eleganti fregi e per il variegato giardino.

Il 16 luglio, alle ore 21.30, sarà assegnato il “Premio Nazionale all’Editor” 2017 a Maria Grazia Mazzitelli, direttrice editoriale della Salani Editore. In qualità di scrittore rappresentativo della casa editrice, sarà presente Bruno Tognolini, autore de “Il giardino dei musi eterni“; coordinerà l’incontro Italo Moscati.

Il 17 invece verrà consegnato il “Premio Giovane Promessa della Letteratura Italiana” 2017 a Elisa Luvarà, autrice di “Un albero al contrario

E per chiudere la rassegna, il 18 luglio vedrà infine la consegna del “Riconoscimento alla Casa Editrice” 2017 alla Giunti Editore. Sarà presente la scrittrice Silvia Ballestra con “Vicini alla terra”, un romanzo reportage incentrato sui terremoti del 2016.

Rinnovato sia nell’offerta culturale, sia nei luoghi” ha dichiarato il sindaco Stefano Stracci “il festival sarà caratterizzato da un nuovo format, con degustazione di eccellenze del territorio e intrattenimento di musica dal vivo, curate rispettivamente dai ristoratori del luogo e dalle nostre associazioni musicali, che faranno da cornice all’intervento degli autorevoli ospiti. Con questa iniziativa vogliamo cogliere diversi obiettivi: offrire ai nostri concittadini un momento di riflessione su temi di estrema importanza ma anche arricchire l’offerta del territorio a beneficio dei potenziali turisti. L’alto valore culturale dell’evento, riconosciuto anche dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ci ha permesso di inserire il progetto nell’Art Bonus, un sistema di incentivi fiscali in favore di privati, enti o società che decidono di fare mecenatismo, cioè di effettuare donazioni a sostegno della cultura e dello spettacolo“.

L’evento è organizzato dal Comune di Monteprandone e dall’associazione “I Luoghi della Scrittura”, con il patrocinio della Regione Marche, dell’Unione Camere Penali Italiane, dell’Associazione nazionale forense picena e della camera penale “Ugo Palermi” di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 698 volte, 1 oggi)