ROSETO DEGLI ABRUZZI – Nell’ambito dei servizi di controllo posti in essere sulla costa teramana in occasione della stagione estiva, nella giornata del 16 giugno personale del Commissariato di Polizia di Atri ha proceduto al controllo di un’autovettura a bordo della quale viaggiavano due coppie di giovani.

Insospettiti dalla targa dell’automobile che risultava “gravata” da un provvedimento di sequestro amministrativo,  gli operatori di polizia hanno controllato il conducente e i passeggeri che, seppure due coppie “insospettabili”, si mostravano particolarmente agitati.

Dopo attenta perquisizione, i poliziotti hanno rinvenuto all’interno di un borsone nascosto nel bagagliaio del veicolo, due involucri di cellophane contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana, per un peso di circa 523 grammi.

La perquisizione dei quattro giovani, due ragazzi  di anni  24 e 21( M. V. e O.M.)  e due ragazze di anni 20 e 16 (S.M. e L.I.), tutti incensurati e residenti in provincia di Milano, è stata estesa anche alle stanze d’albergo che i giovani avevano nella loro disponibilità a Roseto degli Abruzzi e qui  hanno rinvenuto, all’interno di un altro borsone occultato sotto il letto,  ulteriori quattro involucri contenenti la medesima sostanza  nonché una bustina di hashish, oltre a materiale per la pesatura e il confezionamento della sostanza stupefacente.

In totale sono stati sequestrati 3,152 chili di marijuana e 496 grammi di hashish, verosimilmente destinati ad alimentare il mercato della costa teramana durante il periodo estivo.

I quattro ragazzi sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente:  tre maggiorenni associati alla Casa Circondariale di Teramo, mentre la minore è stata accompagnata  all’Aquila nell’apposito Istituto Penale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.387 volte, 1 oggi)