GROTTAMMARE – Tutto a led il nuovo impianto di illuminazione del Lungomare centro. E’ partita in questi giorni la sostituzione dei lampioni stradali che interesseranno interamente il Lungomare della Repubblica e una tratto del Lungomare De Gasperi, fino alla rotatoria nei pressi del Ponte Tesino.

Il lavoro è eseguito dalla ditta Menowatt Ge, per conto di Enel Sole, e secondo il cronoprogramma dovrebbe terminare giovedì prossimo il primo stralcio, comprendente tutto il viale della Repubblica (Piazza Kursaal – rotatoria via Ballestra), per poi ripartire a settembre con il secondo.

Sarà un cantiere a due tempi quello che rinnoverà la pubblica illuminazione del viale marino:

la seconda parte dell’opera (Lungomare de Gasperi – rotatoria Tesino) verrà completata a settembre per non interferire con il traffico estivo.

Per la prima tranche dei lavori, infatti, la ditta lavorerà sui viali pedonali, attuando rimozione/sostituzione dei pali a sezioni di lungomare. Una scelta più laboriosa dal punto di vista operativo, ma più opportuna per quanto riguarda l’impegno degli spazi di sosta del lungomare.

“Abbiamo concordato di non posticipare l’intero intervento a settembre perché sarebbe stato un peccato non avere la nuova illuminazione per l’estate – affermano il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore alla Qualità urbana Stefano Troli – Allo stesso tempo, abbiamo privilegiato il viale della Repubblica per non creare problemi alla viabilità in quanto la ditta opererà a blocchi. Sarebbe stato più semplice per l’impresa effettuare prima la rimozione di tutti i pali e poi installare i nuovi, ma questo avrebbe

La sostituzione degli elementi degli impianti di illuminazione obsoleti è una delle voci di impegno contenute nell’accordo novennale siglato nel 2012 con Enel Sole, tramite Consip spa (società per azioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze). La convenzione prevede la fornitura di energia  e la gestione del servizio di pubblica illuminazione e degli impianti semaforici.

Nei mesi scorsi, l’azienda ha provveduto al rinnovo di 100 sostegni fortemente corrosi, e quindi pericolanti, nelle varie zone del territorio comunale, e alla sostituzione di corpi illuminanti sospesi nelle vie della zona centro. Più recentemente, alla sostituzione dei globi illuminanti delle pinete del lungomare.

Secondo la convenzione ministeriale, il fornitore ha l’obbligo di effettuare interventi di riqualificazione energetica, di manutenzione straordinaria, di adeguamento normativo e tecnologico per un importo pari almeno al 10% del canone complessivo.

L’accordo in vigore tra il Comune di Grottammare e Enel Sole srl, recentemente rimodulato a causa di alcune inadempienze per lavori di manutenzione non eseguiti, prevede investimenti corrispondenti in  percentuale a oltre il 25% del canone complessivo, che è di € 4.295.629,08.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)