SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei giorni scorsi l’opinione pubblica è stata interessata da un paio di questioni inerenti un’area sambenedettese.

Le zone sotto “sorveglianza” della comunità sono il parcheggio di via Calatafimi, conosciuto come area ex Start, e la viabilità che potrebbe cambiare in piazza San Giovanni Battista, Garibaldi e via Montebello (una possibile chiusura al traffico dei veicoli con parcheggi chiusi e pedonalizzazione).

Il parcheggio potrebbe tornare, secondo le voci che girano, un deposito della Start mentre in molti vogliono che rimanga uno spazio gratuito riservato ai veicoli o un’area ludica e sociale per ridare vitalità nell’area.

Indiscrezioni che hanno catturato l’attenzione dei residenti del centro ma anche del quartiere San Filippo Neri. Sul fronte viabilità c’è “timore” dato che nella parte nord della città sono presenti 10 mila persone. Anche l’opposizione ha fatto sentire la “voce” in merito.

Tutti che dicono il loro pensiero, cittadini e politici. Un ping pong continuo di ipotesi. Ma il Comitato di Quartiere non è stato interpellato e coinvolto dalle possibili idee in corso. Nè dal Comune, nè dall’opposizione.

Ciò lamenta Paolo Paci, il presidente del quartiere San Filippo Neri. “In questi giorni si legge di tutto sui giornali e si sentono pareri contrastanti fra Comune e opposizione. A non rimanere coinvolti e avvisati da possibili progetti siamo proprio noi cittadini e il Comitato di Quartiere che dovrebbe avere invece un filo diretto e fare da filtro fra amministrazione e cittadinanza” afferma a Riviera Oggi.

“Non sono stato informato dai diretti interessati di queste possibili novità e mi trovo in difficoltà a rispondere alle domande dei residenti e commercianti – dichiara Paolo Paci – credo, innanzitutto, vada migliorata la comunicazione fra gli enti e i Comitati di Quartiere altrimenti che senso ha la loro esistenza? Se si hanno idee o progetti è giusto che il presidente di quartiere venga informato per primo per poi poter informare i cittadini”.

Il presidente del quartiere San Filippo Neri aggiunge: “In merito alle possibili novità credo sia salutare e giusta un’assemblea pubblica, organizzata sentendo il Comitato principalmente, dove i residenti siano coinvolti e ascoltati sulle varie proposte”.

Cosa pensa Paolo Paci delle idee in corso per il parcheggio e la viabilità? “Riguardo il parcheggio – afferma a Riviera Oggi – voglio appunto ascoltare il Comune e capire le loro intenzioni. Fra le ipotesi credo che, per questione logica, sia più gradita la possibile riqualificazione in area verde, ludica o sociale. Stesso discorso per la viabilità: voglio capire realmente cosa c’è di vero e fattibile per esprimere un parere. Ben venga quindi l’assemblea. Certamente c’è da prendere in considerazione che nel quartiere San Filippo Neri ci sono circa 10 mila persone e ogni modifica deve essere ben ragionata”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 415 volte, 1 oggi)