PORTO SAN GIORGIO – La Guardia Costiera ha sequestrato a Porto San Giorgio cinque quintali di vongole non tracciate, potenzialmente pericolose per la salute, durante un’operazione contro la pesca illegale condotta da personale della Capitaneria di San Benedetto del Tronto e dell’ufficio di Porto San Giorgio.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, all’operazione hanno preso parte due mezzi nautici dei Comandi di San Benedetto del Tronto e di Porto San Giorgio e due squadre a terra per un totale di 12 uomini.

I 500 chili di prodotto sequestrati erano destinati ad alimentare mercati paralleli che non garantiscono alcun controllo sulla genuinità del prodotto. I trasgressori dovranno pagare multe fino a 4.500 euro. Il pescato, ancora vivo, è stato rigettato in mare.

“Operazione fatta il 5 giugno dopo che nei giorni scorsi erano giunte delle segnalazioni riguardo alle vongole in questione. I controlli proseguiranno, anche a San Benedetto” ha affermato a Riviera Oggi il Comandante Gennaro Pappacena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 774 volte, 1 oggi)