SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Primi giorni di grande successo del Festival dell’Arte sul mare che quest’anno ha sostituito, ampliandolo, il noto simposio internazionale “Pittura & Scultura Viva”, portando a quattro le sezioni che lo compongono.

Domenica, giorno di inizio, decine di artisti hanno affollato già dalle prime ore del mattino il Museo d’Arte sul Mare, affascinando con le loro performances le tante persone presenti lungo la galleria d’arte a cielo aperto più bella d’Italia.

Un vero bagno d’arte ed un’esperienza unica per i visitatori, che hanno potuto assistere dal vivo,  nella sezione “Scultura Viva”, lungo il secondo tratto del molo sud, alla prima sbozzatura delle opere scultoree di Genti Tavanxhiu, Antonis Myrodias, Francesca Bernardini e Mauro Antonio Mezzina ed alle prime pennellate sulle tele dei tanti artisti ed appassionati che hanno partecipato nella sezione “Pittura”, all’Estemporanea “Un tuo quadro per il Festival” che si è tenuta, lungo la passeggiata artistica.

Mentre un altro scultore, Giuseppe Straccia, a cui si deve il Presepe subacqueo e tante altre sculture del MAM, sbozzava una “retara con bambino” da aggiungere ad esso, Tiziana Abretti, Bruno Cerasi ed Emmanuele Panzarini, tre giovani visual artists, partecipanti alla sezione “Installazioni artistiche”, iniziavano a montare le proprie opere, in tre diversi punti del molo, incoraggiati da un pubblico molto incuriosito ed interessato a quello che è oggi uno dei linguaggi artistici più interessanti dell’arte contemporanea.

Lunedì, sotto lo sguardo dei visitatori, è iniziato invece il lavoro degli studenti del Liceo Scientifico Rosetti, che nella sezione “Pittura murale” e sotto la guida del loro insegnante, lo scultore Paolo Annibali, realizzeranno un murale di sei metri di lunghezza, ispirato al tema dell’immigrazione, nell’ultimo tratto del MAM, dove si sono cimentati fino ad oggi diciotto tra i più bravi muralisti del mondo.

Nel pomeriggio, i visual artists che avevano montato le loro installazioni, si sono intrattenuti un paio di ore in prossimità delle loro opere, per spiegare alle persone che lo chiedevano, il loro significato. Lo faranno ogni giorno, dalle 17 in poi fino al 9 giugno.

E’ importante aggiungere che durante la settimana artistica e fino al 10 giugno, sarà possibile visitare alla Palazzina Azzurra la mostra delle opere degli artisti invitati e partecipanti al Festival, mentre dall’11 al 18 giugno, sempre alla Palazzina Azzurra, si potranno ammirare i dipinti dei tanti pittori che hanno partecipato all’Estemporanea “Un tuo quadro per il Festival” e che verranno venduti all’asta il giorno 18 per sostenere con il ricavato, la sua prossima edizione.

Mercoledì 7 giugno, alle 21,30, si terrà come sempre al molo sud, sotto il monumento al gabbiano Jonathan, l’attesissima Serata Jazz con il Giacinto Cistola Trio, che da ormai otto anni costituisce il saluto della città agli artisti partecipanti all’evento artistico.

Il Festival dell’Arte sul mare si chiuderà sabato 10 giugno, quando alle 18,30 si terrà al molo sud la Cerimonia di chiusura del simposio, durante la quale saranno presentate alle autorità cittadine, le opere realizzate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 889 volte, 1 oggi)