ALBA ADRIATICA – Rafforzati i controlli del territorio in Val Vibrata.

Nel weekend appena trascorso, i carabinieri della caserma di Martinsicuro, diretti dal luogotenente Antonio Romano, nell’ambito di specifici servizi di controllo, hanno tratto in arresto, su ordine di carcerazione, K.X, 35enne albanese, residente in città. L’uomo dovrà ora scontare 6 anni e 8 mesi di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti. I reati sono stati commessi tra il luglio e il settembre del 2006 nel province di Teramo, Rimini, Milano e Modena. Dopo le formalità di rito, il 36enne è stato trasferito nel carcere teramano di Castrogno.
Ad Alba Adriatica, invece, i carabinieri del radiomobile, diretti dal maggiore Emanuele Mazzotta, hanno denunciato un altro cittadino albanese, A.D di 28 anni, domiciliato a Giulianova, per resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, infatti, è stato fermato nel territorio di Alba Adriatica alla guida di uno scooter senza casco, senza patente – mai conseguita – e senza assicurazione. All’alt dei militari ha reagito dando in escandescenze, anche perchè su di lui pendeva un foglio di via obbligatorio dalla città. Inevitabile la denuncia e una sanzione di circa 1100 euro.
Sempre nella cittadina albense, i militari hanno fermato un uomo di Martinsicuro alla guida di un’autovettura risultata sottoposta a fermo amministrativo e priva di assicurazione. Dai successivi controlli è emerso che anche la sua patente era scaduta, pertanto oltre al nuovo fermo del mezzo, l’automobilista si è visto recapitare una sanzione di oltre 1800 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 609 volte, 1 oggi)