MONTEPRANDONE – Sono state segnalate erogazioni di acqua torbida in diversi punti del territorio comunale di Monteprandone.

“In via precauzionale, in attesa di accertamenti, si sconsiglia l’uso idropotabile (bere, cucinare, usi igienici) della risorsa” afferma il sindaco Stefano Stracci.

Nel corso della mattinata sono state effettuate delle verifiche, ecco il resoconto diramato dal primo cittadino.

“A seguito di verifiche, da parte dei tecnici della Ciip, è emerso che la torbidità è stata determinata dal sollevamento di residui minerali causato da un mutamento di pressione seguito ad un intervento di manutenzione del serbatoio – afferma Stracci –  Non ci sono elementi che fanno pensare ad una contaminazione da agenti esterni alle condotte. Si sconsiglia l’utilizzo della risorsa fino al ritorno dell’acqua alla sua abituale limpidezza. Non ci sono però rischi per la salute tali da determinarsi l’interruzione dell’erogazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 361 volte, 1 oggi)