SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da giugno a dicembre. L’associazione Antoniana Eventi ha organizzato un ricco calendario di appuntamenti nei mesi a venire in cui spicca il “San Benedetto Film Fest”, un festival cinematografico aperto alla partecipazione di cineasti di tutto il mondo e che sta già riscuotendo molto interesse. Il festival si svolgerà all’aperto, al Parco Wojtyla, dal 15 luglio all’11 agosto (cinque proiezioni), con la premiazione fissata per il 19 agosto. Tutte le serate saranno ad ingresso libero. Le date esatte di proiezione sono appunto il 15, 21 e 28 luglio e il 3 e 11 agosto. Ogni serata saranno proiettati un film e un cortometraggio.

Paolo Varese, presidente del Quartiere Sant’Antonio, ringrazia “l’amministrazione comunale che ci consente di organizzare l’evento e i nostri grandi sforzi. L’Associazione Antoniana nasce come struttura per organizzare eventi di questo genere, in supporto del Quartiere ma comunque per tutta la città di San Benedetto”.

Marco Trionfante è il direttore artistico della manifestazione: “L’idea nasce dalla consapevolezza che San Benedetto è una città naturalmente predisposta per il cinema. Lo dico avendo avuto esperienze come regista e conoscendo la mia città. Per questo in occasione della sesta edizione di eventi proposti dall’Associazione Antoniana ci è sembrato opportuno lanciare il San Benedetto Film Festival”.

Già in questo momento gli organizzatori hanno ricevuto circa 60 film, ma ci si aspetta che il numero cresca almeno fino a 100 entro la scadenza di presentazione delle opere, ovvero il prossimo 10 giugno. A selezionare i film da proiettare è una giuria di esperti selezionata: da Gianna Angelini, esperta di semiotica, al regista Luigi Maria Perotti, al musicista ed esperto video Luigi Pulcini al presidente del Cineforum Buster Keaton Piero Paoletti. “Film sono giunti da tutto il mondo, ad esempio Iran, Stati Uniti, Spagna” spiega Tarcisio Basterelli.

Giorgio Fede aggiunge: “Siamo un’associazione che nasce dall’esperienza del Comitato di Quartiere: la nostra ambizione è di nascere piccoli ma con la speranza di crescere: sicuramente investiremo più dei contributi che eventualmente andremo a ricevere, segno di una nostra convinzione. Il nostro è un obiettivo a lungo termine ma intanto abbiamo catturato l’attenzione di tantissimi registi e produttori da tutto il mondo”.

Il presidente dell’Antoniana Nazzareno Splendiani conclude: “Ci stiamo mettendo davvero l’anima, siamo con il fiato sospeso per la questione economica: per questo ringraziamo gli sponsor, il Comune per l’aiuto concreto e il patrocinio, la Provincia per il patrocinio con la speranza che si concretizzi un sostegno da parte della Regione Marche”.

Soddisfazione espressa anche dall’assessore alla Cultura Annalisa Ruggieri e dall’assessore ai Servizi Sociali Emanuela Carboni, le quali sottolineano anche “la sinergia tra gli assessorati che testimonia il buon lavoro dell’amministrazione comunale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)